Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 7 Dicembre
Scarica la nostra app

Scossa di terremoto avvertita in modo netto in Turchia: torna a muoversi area altamente sismica. Diffusi i dati ufficiali

Scossa di terremoto avvertita in Turchia occidentale, dati ufficiali del sisma

Terremoto avvertito molto bene in Turchia
1 di 4
  • Terremoto, trema intensamente la terra

    Numerose le scosse di terremoto che si sono registrate nel mondo anche nella giornata odierna. Continua a tremare in particolar modo il Pacifico, con sismi di M prossima al sesto grado, ma anche il Mediterraneo orientale, soprattutto la zona della Grecia e della Turchia. Proprio qualche ora fa infatti, due scosse comprese tra il terzo e quarto grado hanno interessato la zona occidentale turca, non distanti dalla città di Izmir. Sismi che sono stati percepiti entro un raggio di circa 100 km e in numerose località costiere.

    Due scosse nettamente avvertite in Turchia

    Nella giornata odierna, come detto, la terra ha tremato più volte nel Mediterraneo orientale, in particolare in Turchia, dove sismi sono stati avvertiti nettamente dalla popolazione. Due le scosse sopra il terzo grado, M 3.5 e 3.9, percepite nettamente nella zona occidentale e in parte del Dodecaneso. Vediamo nel dettaglio la localizzazione del sisma vicino al quarto grado.

    Dettagli scossa M 3.9

    Due le scosse avvertite molto bene, una vicina al quarto grado e l’altra M 3.5. Nel dettaglio, la scossa M 3.9, secondo l’Emsc, è stata localizzata a 18 km E di Bigadiç, 51 km SE di Balıkesir, 111 km SW di Bursa. Le scosse sono state precedute da altri sismi negli ultimi giorni che hanno avuto una magnitudo anche superiore al quarto grado. In zona è in atto uno sciame che prosegue ormai da diversi mesi.

  • Forte scossa nelle Filippine quest’oggi

    Anche oggi sono state varie le scosse avvenute nel Pacifico, con magnitudo prossima al sesto grado. L’European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC), infatti, ha registrato una forte scossa di terremoto di magnitudo 4.5, con ipocentro a 10 chilometri di profondità. L’evento sismico è stato localizzato a 622 chilometri di Davao (Filippine, 1.213.000 abitanti).

  • Terremoto, scosse in Italia

    Passiamo ora ad analizzare la situazione sismica relativa all’Italia per quanto riguarda la giornata di oggi, giovedì 21 novembre 2019. Diverse scosse di tipo strumentale, poche invece quelle avvertite dalla popolazione. Alle ore 13:40, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato una scossa di terremoto di magnitudo 2.1 nel Lazio, esattamente a Pescosolido, in provincia di Frosinone.  Il terremoto è stato localizzato a 67 Km a NE di Latina (125985 abitanti), 67 Km a S di L’Aquila (69753 abitanti), 69 Km a E di Velletri (53303 abitanti), 70 Km a E di Tivoli (56533 abitanti), 77 Km a E di Guidonia Montecelio (88673 abitanti), 80 Km a SW di Chieti (51815 abitanti), 81 Km a E di Aprilia (73446 abitanti), 88 Km a E di Anzio (54211 abitanti), 92 Km a E di Pomezia (62966 abitanti), 93 Km a SW di Pescara (121014 abitanti), 94 Km a E di Roma (2864731 abitanti), 95 Km a SW di Montesilvano (53738 abitanti), 98 Km a NW di Caserta (76326 abitanti), 100 Km a S di Teramo (54892 abitanti).

  • Seguiteci sulla nostra pagina

    Nel corso della mattinata di ieri, esattamente alle ore 11:22, si è verificato un sisma di magnitudo 2.2 nel distretto Tirreno Meridionale, con ipocentro a 142 chilometri di profondità. Come sempre vi ricordiamo che all’interno della nostra pagina ‘’Terremoti in Italia e nel Mondo’’, è possibile consultare in diretta l’andamento della sismicità nel territorio italiano e anche in quello mondiale.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: