Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 27 Maggio
Scarica la nostra app

Scossa di terremoto avvertita nettamente in zona italiana altamente sismica: la terra torna a tremare, dati ufficiali del sisma in Sicilia

Scossa ben avvertita in zona sismica italiana: tornano a tremare le isole Eolie, dati ufficiali INGV del sisma

Scossa di terremoto avvertita nelle Eolie
1 di 3
  • Torna a tremare la terra in Italia

    Come sempre riportiamo, anche oggi sono tante le scosse di terremoto che stanno colpendo zone altamente sismiche, alcune anche ben superiori al quinto grado. Tantissime anche oggi le scosse di terremoto che si stanno registrando in diverse zone del mondo. E’ il Pacifico a far registrare i sismi più intensi ma forti terremoti nelle ultime ore sono stati segnalati anche nel Mediterraneo e non sono mancate scosse nemmeno in Italia, seppur piuttosto lievi. In particolare, una scossa ben al di sopra del secondo grado è stata avvertita questa mattina in Sicilia, nelle Eolie, soprattutto tra Alicudi e Fillicudi. QUI PER UN AUMENTO DELL’ATTIVITÀ’ STROMBOLIANA DELL’ETNA

    Scossa avvertita nelle Eolie

    Come detto, la scossa è avvenuta questa mattina, alle ore 6.16, quando un sisma M 2.5 è stato localizzato poco a sud-ovest dell’isola di Alicudi, dove è stato avvertito nettamente. La scossa è stata localizzata nella zona delle isole Eolie che ricordiamo essere altamente sismica ma fortunatamente vista la bassa magnitudo è stata avvertita solo nelle zone prossime all’epicentro senza nessuna conseguenza. Secondo quanto riportato dall’Ingv, il terremoto, M 2.5, ha avuto un ipocentro superficiale e fissato a soli 6 km mentre l’epicentro è stato localizzato a 81 Km a NE di Bagheria (55387 abitanti), 90 Km a E di Palermo (674435 abitanti). La stessa zona è stata interessata da diverse scosse nel corso delle ultime settimane, le più forti avvertite anche lungo la zona costiera. Torniamo ora in Grecia e analizziamo il forte terremoto avvenuto questa notte a Creta, con magnitudo 4.8.

    Terremoto nel Mediterraneo, Creta

    Un forte terremoto ha colpito nuovamente la zona di Creta, dove la terra sta continuando a tremare senza interruzione da settimane. La scossa più forte delle ultime ore è stata poco inferiore al quinto grado ed avvertita nettamente dalla popolazione. Il sisma, M 4.8, è stato localizzato a sud dell’isola ma avvertito nettamente in tutta Creta e anche in parte della Grecia. Secondo quanto riportato dall’EMSC, il sisma, M 4.8, ha avuto un ipocentro fissato a 54 km ed è avvenuto alle ore 6.40 di questa mattina. L’epicentro del terremoto è stato localizzato a 74 km S of Ierápetra, Greece / pop: 12,600, 94 km S of Ágios Nikólaos, Greece / pop: 10,800, 126 km SE of Irákleion, Greece / pop: 138,000, 446 km SE of Athens, Greece / pop: 730,000. Non si registrano danni dopo il forte terremoto. Spostiamoci ora nel Pacifico dove la terra sta continuando a muoversi intensamente.

  • Violento terremoto in Cina giorni fa: morti e feriti

    La magnitudo è stata prossima al quinto grado, come riportato anche dall’EMSC. Epicentro nello Yunnan, provincia nel sudovest della Cina. L’epicentro è stato individuato nella contea di Qiaojia, vicino alla città di Zhaotong che conta oltre 6 milioni di abitanti. Il bilancio potrebbe ulteriormente peggiorare e nella zona la terra sta continuando a tremare intensamente. Spostiamoci e andiamo adesso nel sud America dove le scosse di terremoto risultano numerose e molte ben oltre il quinto grado.

  • Seguiteci sempre sulla nostra pagina

    Come sempre per tutti gli altri dettagli potete seguirci all’interno della nostra pagina ‘’Terremoti in Italia e nel Mondo’’, dove è possibile consultare costantemente in diretta l’andamento della sismicità sia nel territorio italiano ma anche in quello mondiale.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: