Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 28 Settembre
Scarica la nostra app

Scossa di terremoto in Emilia-Romagna, gente in strada: sisma M 2.4 in provincia di Modena. Ecco cosa è successo

Scossa di terremoto a Mirandola, in provincia di Modena, avvertita dalla popolazione che è piombata in strada: ecco cosa è successo

Terremoto avvertito nettamente
1 di 2
  • Scossa di terremoto in Emilia-Romagna, gente in strada: sisma M 2.4 in provincia di Modena. Ecco cosa è successo oggi

    Attimi di paura poche ore fa in Emilia-Romagna a Mirandola, in provincia di Modena. Una scossa di terremoto di magnitudo 2.4, rilevata anche dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha colpito la cittadina emiliana alle ore 7.05 di oggi, martedì 1 settembre 2020. Nonostante il sisma non sia stato di grande intensità, esso è stato avvertito a tal punto che decine di persone si sono riversate in strada perché spaventate dall’arrivo del terremoto. Fortunatamente non si registrano vittime, feriti o danni a strutture e cose. Il sisma, con ipocentro profondo 4 chilometri, si è verificato a 21 km da Carpi, 31 km da Modena, 42 km da Reggio Emilia, 43 km da Ferrara, 50 km da Bologna e 59 km da Rovigo.

    Le altre scosse di martedì 1° settembre 2020

    L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha rilevato anche altre scosse di terremoto in Italia nelle prime ore di oggi, martedì 1 settembre 2020: alle ore 11.22 scossa di magnitudo 2.1 sul Mar Tirreno Meridionale, ipocentro profondo 85 chilometri, sisma avvenuto a 43 km da Messina e 53 km da Reggio Calabria; alle ore 9.55 sisma di magnitudo 2.1 in Umbria con epicentro a Pietralunga, in provincia di Perugia, ipocentro profondo 8 chilometri e sisma verificatosi a 36 km da Perugia e 46 km da Arezzo; alle ore 4.30 scossa di magnitudo 2.1 in Molise con ipocentro a Scapoli, in provincia di Isernia, ipocentro profondo 9 chilometri, evento sismico avvenuto a 64 km da Caserta e 71 km da Aversa; alle ore 2.21 sisma di magnitudo 2.0 in Piemonte con epicentro a Macra, in provincia di Cuneo, ipocentro profondo 12 chilometri, sisma avvenuto a 29 km da Cuneo e 67 km da Moncalieri.

    Le scosse di terremoto ieri, 31 agosto 2020

    Alle ore 20.26 di ieri, lunedì 31 agosto 2020, l’INgv ha registrato una scossa di terremoto di magnitudo 2.3 in Campania con epicentro localizzato a 1 km da Sant’Andrea di Conza, in provincia di Avellino, ipocentro profondo 9 chilometri. La scossa lieve non è stata avvertita dalle popolazioni locali, di conseguenza non ha causato vittime né feriti o danni a strutture e cose. L’epicentro della scossa è stato localizzato a 43 km da Potenza e Battipaglia, 50 km da Avellino, 56 km da Salerno, 59 km da Benevento, 63 km da Cerignola e 69 km da Foggia. Non sono state registrate altre scosse di magnitudo superiore a 2.0 nella giornata di ieri.

  • Le forti scosse registrate nel mondo

    Nella giornata di oggi, martedì 1 settembre 2020, è stata registrata una forte scossa di terremoto in Cile magnitudo 6.8 e ipocentro localizzato a 10 km di profondità.  Non si hanno al momento notizie di vittime o gravi danni alle strutture. Su Centro Meteo Italiano è possibile seguire gli aggiornamenti in diretta sulla situazione sismica in Italia e all’estero.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da qualche anno notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti. Mi piace molto praticare sport e seguire anche eventi sportivi sia dal vivo che in tv. Amo leggere, viaggiare, andare a correre. Una vera e propria passione è quella per i fumetti, in particolare colleziono quelli di Tex Willer.

SEGUICI SU: