Terremoto a Napoli: scossa nettamente avvertita nella notte

Pubblicato da Alessandro Allegrucci

Segnala
  • Terremoto a Napoli: magnitudo bassa e ipocentro superficiale

    Terremoto a Napoli: scossa avvertita dalla popolazione. Fonte: Il Giornale

    Terremoto a Napoli: scossa avvertita in molti comuni

    La terra è tornata a tremare in Campania, nel napoletano, con una scossa di terremoto che è stata nettamente avvertita dalla popolazione nella notte. Si è trattato di una scossa non intensa ma avvertibile chiaramente in tutta l’area flegrea di Napoli  e sino a Pozzuoli. Secondo l’Istituto di Geofisica e Vulcanologia la magnitudo è stata di 1.9 e la scossa è avvenuta all’1.28, ma la profondità di soli due km ha fatto sì che l’evento fosse avvertito dalla popolazione.

    Comuni maggiormente interessati

    Sisma avvertito soprattutto a Fuorigrotta, Soccavo e nell’area di Agnano, Pianura e Quarto. Questi i comuni dove il sisma è stato avvertito chiaramente a causa della bassa profondità. Moltissime le segnalazioni di avvertimento della scossa di terremoto in piena notte, in diverse zone del napoletano, in particolare nei comuni citati prossimi all’epicentro. Molti hanno testimoniato anche quanto accaduto attraverso i social dicendo di essersi svegliati a causa del boato e del tremore.

  • Magnitudo bassa ma ben avvertita dalla popolazione

    Una scossa di terremoto di magnitudo così bassa riesce ad essere nettamente avvertita in una zona densamente popolata, soprattutto se risulta essere un sisma superficiale, come avvenuto in questo caso. Nonostante non si registrano danni rilevanti la paura è stata tanta, poiché la scossa è stata avvertita in maniera netta. Le persone, spaventate, sono scese addirittura in strada e grazie ai social in pochi minuti la notizia è arrivata in tutta la regione Campania (Fonte: Il Giornale.it).

    Studio pubblicato da Science Advances

    Studi sono stati eseguiti sulla zona e a rivelare gli ultimi aggiornamenti relativi all’attività vulcanologica del “Monte Nuovo” è stata la rivista Science Advances, che ha riportato uno studio relativo agli ultimi 60 mila anni di evoluzione del sistema magmatico del vulcano. Secondo le ricerche, ad oggi risulta impossibile rilevare quando il super vulcano potrebbe eruttare né sarebbe impossibile calcolare la forza distruttiva dell’eventuale sfogo.

  • Zona altamente sismica

    La zona in questione, quella del napoletano risulta altamente sismica e scosse tipo questa di questa mattina risultano normali per la zona in questione. Come sempre vi ricordiamo che all’interno della nostra pagina ‘’Terremoti in Italia e nel Mondo’’, è possibile consultare in diretta l’andamento della sismicità nel territorio italiano e in quello mondiale.

Iscriviti alla nostra newsletter

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter