Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 19 Novembre
Scarica la nostra app

Terremoto al centro Italia: c’è la reale possibilità di scosse ancora più forti. Le dichiarazioni dell’esperto dell’Ingv

Scossa avvertita intensamente al centro Italia: le parole dell'esperto Ingv

Scosse di terremoto poco fa vicino Roma
1 di 4
  • Forte scossa tra Lazio e Abruzzo

    Una forte scossa di terremoto, M 4.4, è stata registrata nel tardo pomeriggio di ieri al centro Italia, tra Lazio e Abruzzo, avvertita distintamente entro un raggio superiore ai 100 km, ed anche a Roma. Nel corso della nottata odierna sono seguite altre scosse in zona, la più forte di M 3.5, avvertita nuovamente in maniera intensa nelle zone epicentrali e nella città di Frosinone.

    Le parole dell’esperto Ingv

    Come detto, le scosse sono continuate dalla serata di ieri fino a tutta la giornata odierna, seppure di magnitudo più bassa rispetto il 4.4. A parlare ai microfoni di “fanpage”, è stato l’esperto dell’Ingv, Carlo Doglioni, presidente dell’Ingv, l’Istituto nazionale di vulcanologia. “La situazione è da tenere sotto controllo, perché quando c’è un evento di questo tipo possono essere destabilizzate anche le strutture vicine e innescare ulteriori terremoti”. Secondo l’Ingv, si tratta della stessa “tettonica che ha generato i terremoti nel Centro Italia, ma non della stessa faglia.

    Magnitudo modesta, possibili altre scosse

    Come si legge su “fanpage.it”, il terremoto è stato avvertito in particolare nella zona di Sora, nel frusinate, oltre che nei comuni epicentrali. Secondo l’esperto dell’Ingv, il sisma è stato di magnitudo modesta ma questo non significa che non possano esserci altre scosse più intense. Quando c’è un evento di questo tipo può destabilizzare le strutture vicine e innescare ulteriori terremoti.

  • Altre scosse in Italia

    Non solo la zona confinale tra Lazio e Abruzzo, ma scosse sono state registrate anche in altre regioni italiane. Altre scosse si sono registrate nelle ultime ore in Italia, seppur di magnitudo generalmente debole. Secondo l’Ingv, questa mattina una scossa M 2.5 è stata localizzata a largo di Ancona, nelle Marche, mentre un’altra di M 2.2 è stata localizzata a 3 km da Francolise (CE).  Il terremoto è stato localizzato a 29 Km a W di Caserta (76326 abitanti), 29 Km a NW di Aversa (53047 abitanti), 33 Km a NW di Giugliano in Campania (122974 abitanti), 36 Km a NW di Marano di Napoli (59874 abitanti), 39 Km a NW di Afragola (65057 abitanti), 39 Km a NW di Casoria (77642 abitanti), 39 Km a N di Pozzuoli (81661 abitanti), 40 Km a NW di Acerra (59573 abitanti), 44 Km a NW di Napoli (974074 abitanti), 50 Km a NW di Portici (55274 abitanti).

  • Terremoto isole Fiji: violenta scossa quest’oggi

    Spostiamo ora l’attenzione a livello mondiale: oggi numerose scosse soprattutto nel Pacifico, in particolare una scossa M 6.5 ha colpito le Fiji. La scossa di terremoto è stata piuttosto profonda, con un ipocentro superiore ai 600 chilometri ma è stata avvertita nettamente dalla popolazione locale. La violenta scossa di terremoto è soltanto l’ultima di una serie che continua ad interessare la zona del Pacifico ormai da mesi. Il sisma è stato registrato poco fa,  in maniera netta dalla popolazione per centinaia di km. Molte le città in cui è stato avvertito il sisma, vediamo di seguito in maniera dettagliata l’epicentro della scossa M 6.4 di poco fa.

  • Seguiteci sulla nostra pagina

    Le scosse di terremoto continuano ad interessare tutta la zona indonesiana, da ovest ad est e il Pacifico australe. Per conoscere tutti i dettagli è possibile rimanere costantemente informati con noi e come sempre vi ricordiamo di andare all’interno della nostra pagina ‘’Terremoti in Italia e nel Mondo’’, nella quale è possibile consultare in diretta l’andamento della sismicità nel territorio italiano e in quello mondiale.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: