Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 19 Ottobre
Scarica la nostra app

Terremoto: molte scosse registrate in Italia. Si sta muovendo la terra da nord a sud, ecco le ultimissime. Dati INGV

Diverse scosse di terremoto registrate in Italia, ecco quando e dove, dati Ingv

L'Italia continua a far registrare scosse di terremoto, le ultimissime. Foto: Centro Meteo Italiano
1 di 4
  • Molte scosse in Italia

    Nel corso della giornata odierna la terra ha continuato a tremare in alcune zone italiane, spesso con scosse di tipo strumentale e quindi non avvertibili dalla popolazione. Molte le regioni interessate, da nord a sud, ripercorriamo quindi nel dettaglio la giornata dal punto di vista sismico.

    Lieve scossa in Umbria e Toscana

    Poco fa, alle ore 23.01, una debole scossa di terremoto è stata registrata in Umbria, a pochi Km da Costacciaro (PG), avvertita molto debolmente nelle zone prossime all’epicentro. Una debole scossa di terremoto, M 2.0, è stata registrata questo pomeriggio anche in Toscana ed avvertita debolmente soltanto nelle zone epicentrali, quindi tra Montieri e Chiusdino, tra le province di Grosseto e Siena. Il terremoto è stato localizzato a 34 Km a SW di Siena (53903 abitanti), 36 Km a N di Grosseto (82087 abitanti).

    Terremoto a Norcia

    Andando indietro con le ore, sempre nella giornata odierna, un’altra scossa è stata registrata in Italia, sempre al centro, nell’area di Norcia. Alle ore 12:18, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), ha registrato infatti una scossa di terremoto di magnitudo 2.8 a Norcia, in provincia di Perugia, con ipocentro a 9 chilometri di profondità. L’evento sismico è stato localizzato a 38 chilometri ad est di Foligno, a 48 chilometri a nord-est di Terni, a 51 chilometri a ovest di Teramo e a 56 chilometri nord-ovest de L’Aquila. La scossa è stata percepita bene nelle zone epicentrali ma percepita entro un raggio di circa 30 km.

  • Lieve sisma M 2.3 lungo la costa siracusana

    Nella giornata odierna, prima dell’alba, una scossa è stata registrata anche nel sud-est della Sicilia, sempre di debole entità. Il sisma, M 2.3, è stato localizzato in mare a 17 km da Portopalo di Capo Passero ed avvertita molto debolmente nel comune siracusano. Il terremoto è stato localizzato a 49 Km a S di Siracusa (122291 abitanti), 55 Km a SE di Modica (54633 abitanti), 61 Km a SE di Ragusa (73313 abitanti), 78 Km a SE di Vittoria (63339 abitanti). Molti i sismi anche nella zona del basso Tirreno, spesso non percebili dalla popolazione, qui però la terra continua a tremare da numerosi giorni e proprio qualche giorno fa si è verificato un terremoto di M 4.2, nettamente avvertito.

  • Scossa M 2.0 in Friuli

    Sempre nella giornata di oggi, l’Ingv ha registrato un’altra scossa in Italia ma al confine con la Slovenia. Il sisma è avvenuto questa notte, alle ore 2.28, con M 2.0 ed ipocentro fissato a soli 5 km di profondità. Il terremoto è stato localizzato a 39 Km a NE di Udine (99169 abitanti), 73 Km a N di Trieste (204420 abitanti), 83 Km a E di Pordenone (51229 abitanti).

  • Le forti scosse di terremoto registrate nel mondo

    Per quanto riguarda la situazione sismica mondiale relativa alla giornata di oggi, sabato 14 settembre 2019, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia non ha registrato scosse di terremoto di magnitudo pari o superiore a 6.0, diverse invece le scosse superiori al quinto grado. Per ulteriori dettagli vi ricordiamo che visitando la nostra pagina “Terremoti in Italia e nel Mondo“, potrete seguire in tempo reale l’andamento della sismicità nel territorio italiano e anche in quello mondiale.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: