Terremoto: nelle ultime 24 ore avvertite diverse scosse tra Sicilia e Calabria, dati ufficiali

Pubblicato da Alessandro Allegrucci

Trema la terra in Italia: numerose scosse avvertite nelle ultime 24 ore al meridione

Segnala
Numerose scosse registrate al meridione nelle ultime 24 ore
  • Trema la terra in Italia

    La terra sta continuando a tremare in Italia ma fortunatamente in maniera piuttosto debole e quindi le scosse risultano percepibili solo nei comuni prossimi all’epicentro o in alcuni casi risultano proprio strumentali. Nelle ultime 24 ore sono state diverse le scosse di terremoto avvertite al meridione, soprattutto tra Sicilia e la Calabria. Questa notte, una nuova scossa è stata registrata al meridione, con epicentro in mare, nello Ionio. La scossa in questione è stata avvertita soltanto in mare aperto mentre non è stata assolutamente avvertita sulla terraferma.

    Le ultime scosse registrate al sud

    Nelle ultime 24 ore sono state varie le scosse registrate: nella mattinata di ieri, alle 8.37, una scossa M 2.8 è stata registrata a 9 km da Corigliano Calabro ed avvertita in maniera lieve nel comune calabrese. Successivamente, alle 11.27, altra scossa nel cosentino, M 2.4, con epicentro localizzato a 2 km da Santa Sofia d’Epiro. Nella serata di ieri invece come riportato in apposito editoriale, una nuova scossa è stata avvertita in Sicilia nel catanese. Epicentro a Ragalna, in provincia di Catania. Ipocentro a 4 chilometri di profondità ed avvertito distintamente dalla popolazione anche a causa della profondità esigua.  Evento localizzato ad 1 km da Ragalna, 4 km da Belpasso, 5 km da Santa Maria di Licodia, 6 km da Paternò, 7 km da Nicolosi e Biancavilla, 8 km da Camporotondo Etneo, 9 km da San Pietro Clarenza, 10 km da Pedara, 11 km da Mascalucia e Adrano, 12 km da Trecastagni, Tremestieri Etneo, Gravina di Catania, Motta Sant’Anastasia e Misterbianco, 13 km da Viagrande, 14 km da Sant’Agata li Battiati e San Giovanni la Punta, 15 km da Aci Bonaccorsi

  • Nuova scossa nella notte in mare

    Nella notte, una nuova scossa di terremoto ha interessato lo Ionio meridionale ed è stata localizzata in mare. Questa scossa ha avuto una magnitudo di 2.5 sulla scala Richter ed è stata percepita soltanto in mare a largo, non sulla terraferma. Il sisma è stato localizzato davanti le coste siracusane ma non è stato percepito dalla popolazione. Il terremoto è stato localizzato a 58 Km a E di Siracusa (122291 abitanti), 75 Km a SE di Acireale (52622 abitanti), 76 Km a E di Catania (314555 abitanti), 96 Km a S di Reggio di Calabria (183035 abitanti). Ricordiamo che la zona compresa tra Sicilia e Calabria risulta essere una delle più sismiche a livello italiano ma anche a livello europeo. Le scosse al momento risultano piuttosto deboli e solo localmente risultano avvertibili dalla popolazione locale.

  • Seguiteci sulla nostra pagina

    Riguardo la situazione sismica mondiale di oggi, venerdì 12-4-2019, non ci sono da segnalare forti scosse di terremoto di magnitudo pari o superiore a 6.0. Come sempre vi ricordiamo che all’interno della nostra pagina ‘’Terremoti in Italia e nel Mondo’’, è possibile consultare in diretta l’andamento della sismicità nel territorio italiano e in quello mondiale.

Iscriviti alla nostra newsletter

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter