NanoPress

Terremoto in Puglia, gente in strada: panico tra la gente | Segnalazioni da tutto il sud Italia

Pubblicato da Marco Reda

Segnala
  • Terremoto in Puglia, M 3.5 ad Altamura: paura e gente in fuga per le strada. Tante le segnalazioni

    terremoto puglia

    Terremoto M 3.5 in Puglia, paura e gente le strade – Foto ImpresaEdileSestaGenerazione

    Terremoto Puglia, cosa è successo il 9 novembre 2018

    Venerdì 9 novembre 2018 una scossa di terremoto ha agitato la regione Puglia e gettato nel panico: alle ore 13.45, nella zona di Altamura, in provincia di Bari, è stato rilevato un sisma di magnitudo 3.5 avvertito chiaramente anche nella città di Bari, Foggia, Lecce e fino a Matera, nel sud della Basilicata.

    TERREMOTO IN PUGLIA, PAURA E MALORI

    Gente fuori dalle abitazioni dopo aver udito un forte “boato” e malori: questo quanto scatenato in pochi istanti dalla scossa pugliese, tra le più forti registrate negli ultimi mesi, che ha subito suscitato nei cittadini le ansie dei tragici terremoto de L’Aquila e Amatrice. Tantissime le chiamate a vigili del fuoco e protezione civile per accertamenti sull’agibilità di case e strutture dopo la scossa: al momento non si registrano danni nè vittime o feriti. Persone in fuga dalle case anche a Matera, dove il sisma è stato avvertito in minor misura rispetto ai comuni pugliesi ma che, nonostante ciò, ha comunque gettato nel panico i lucani. Segnalazioni sono arrivare anche da Molise, Campania, Calabria e basso Lazio.

    TERREMOTO IN PUGLIA, ZONA NON ALTAMENTE SISMICA

    La sismicità storica dell’area colpita dalla scossa di terremoto registrata quest’oggi, fa sapere l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, è molto scarsa: in parte per la bassa attività sismica, in parte per la carenza di fonti documentarie che testimonino gli eventi del passato con sufficiente dettaglio. La pericolosità sismica nella zona è media.

  • PREVISIONI METEO ITALIA – SABATO 10 NOVEMBRE 2018

    Al Nord: Al mattino molte nubi al nord ovest e lungo l’arco alpino, piogge localmente intense su genovese e Piemonte settentrionale. Al pomeriggio situazione pressochè invariata con nubi più compatte su Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, qualche schiarita in più attesa invece sulla bassa Romagna. In serata persistono piogge a carattere sparso tra Liguria e Piemonte, localmente anche di forte intensità. Neve sulle Alpi oltre i 2000 metri. Temperature minime e massime senza variazioni di rilievo. Venti deboli o moderati dai quadranti sud-occidentali. Mari generalmente mossi o molto mossi.

    Al Centro: Al mattino molte nubi sulla medio-alta Toscana con deboli pioviggini, altrove maggiori schiarite specie su Adriatiche e Lazio. Al pomeriggio non sono attese variazioni di rilievo con nuvolosità più compatta su litorale toscano e Umbria settentrionale. In serata nuvolosità in estensione anche ai settori costieri del Lazio, persistono schiarite più ampie altrove.  Temperature minime e massime stazionarie o in lieve calo. Venti deboli dai quadranti meridionali o sud-orientali. Mari mossi o molto mossi.

    Al Sud e sulle Isole: Al mattino bel tempo e sole prevalente su tutte le regioni salvo sulla Sicilia occidentale, ove sono attese locali piogge o brevi temporali. Al pomeriggio peggiora ulteriormente su gran parte dell’isola, specie settori occidentali, con acquazzoni localmente molto intensi. In serata residue piogge tra siracusano, ragusano e catanese, maggiori schiarite e clima asciutto altrove. Temperature minime e massime stazionarie. Venti deboli o moderati dai quadranti meridionali. Mari poco mossi o mossi.



  • ALLARME GLOBAL WARNING: ecco di cosa si tratta

    Le previsioni meteo per la tua località

Iscriviti alla nostra newsletter

Marco Reda

Giornalista pubblicista dal 2013, esperto e specializzato in calcio e altri sport, spettacoli tv, attualità, cronaca, alpinismo e montagna. Musicista semi professionista, batterista e cantante dall'infanzia. Tifoso e appassionato della AS Roma ma anche di serie tv e cinema.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter