Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Mercoledì 16 Ottobre
Scarica la nostra app

Sisma a Roma: sta parlando il sismologo dell’Ingv, importantissime dichiarazioni integrali. Ecco come comportarsi

Terremoto Roma: parla il sismologo, ecco cosa aspettarci

Parla l'importante sismologo, ecco come comportarsi. Fonte:tuttoggi.info
1 di 4
  • Scossa di terremoto vicino Roma

    Nella serata di ieri, una scossa M 3.6 è stata avvertita durante la serata vicino Roma, a circa 20 km ad est della capitale, dove comunque il terremoto è stato percepito piuttosto intensamente, soprattutto nei piani alti della abitazioni. Non sono mancate segnalazioni e attimi di paura in città e nelle zone limitrofe. Si tratta di un sisma con epicentro a Colonna, in provincia di Roma, e ipocentro a 9 chilometri di profondità.

    Molte le testimonianze di avvertimento

    Decine le testimonianze sui social, tra Twitter, Facebook e Instagram, di persone che hanno avvertito il terremoto in maniera piuttosto intensa. Molta gente, soprattutto nei comuni prossimi all’epicentro ha avuto paura, il terremoto infatti è stato piuttosto superficiale e molte sono state le chiamate ai centralini delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco.

    Le parole dell’esperto

    Come riportato da “open.online”, il terremoto è stato avvertito nettamente nella città di Roma e in moltissimi comuni limitrofi, fino al confine con l’Abruzzo. «Ogni tanto si fanno sentire, si tratta di piccoli terremoti ma se guardiamo al passato, in realtà si sono già verificati, anche nell’800» ha spiegato Alessandro Amato, sismologo dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Generalmente quello che è accaduto in passato può ripetersi poi in futuro e per capire la sismicità di una zona proprio il passato può insegnare molto. Un comportamento utile è quindi conoscere la sismicità della propria zona, oltre ovviamente alla prevenzione e alla messa in atto di tutte le misure di sicurezza.

  • Sequenza in atto oppure no?

    “E’ presto per dire se c’e’ una sequenza in atto, “stiamo analizzando i dati” dopo la scossa di terremoto di magnitudo 3,7 che e’ stata registrata a 3 km da Colonna, cittadina dei Castelli romani, e che ha fatto tremare anche la Capitale”. A parlare è sempre Alessandro Amato, che ha poi affermato che dopo la scossa principale non ci sono state in zona altre scosse significative. L’epicentro è stato localizzato nei pressi dei Castelli Romani, dove è presente “un vulcano non più attivo ma che ha avuto nella storia dei terremoti importanti, non fortissimi ma dannosi” (Fonte:montiprenestini.info).

  • Terremoti nel mondo

    Per quanto riguarda la situazione sismica a livello mondiale, dobbiamo segnalare forti scosse ancora una volta nel Pacifico, con M anche superiore al sesto grado, soprattutto tra Tonga e il nord della Nuova Zelanda, con epicentri in mare.

  • Seguiteci sulla nostra pagina

    Nel corso delle prossime ore vi saranno ulteriori aggiornamenti sulle scosse registrate in Italia e all’estero. Al momento vi ricordiamo che potete come sempre seguirci consultando la nostra pagina ‘’Terremoti in Italia e nel Mondo’’, dove troverete in diretta l’andamento della sismicità nel territorio italiano e anche in quello mondiale.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: