Venerdì 19 Luglio
Scarica la nostra app

Terremoto sta tornando a fare paura al centro Italia, il sindaco: “non finisce più”

Il terremoto torna a far paura. Sindaco di Caldarola esprime la sua rabbia e delusione

Torna la paura nell'appennino centrale. Fonte:infocilento.it
  • Molte le scosse lungo la penisola

    Una scossa di terremoto, come riportato poco fa, si  verificata nella serata odierna in Puglia, avvertita nettamente dalla popolazione nel foggiano. Secondo l’Istituto di Geofisica e Vulcanologia la scossa ha avuto una magnitudo di 3.1 sulla scala Richter ed è stata avvertita nettamente dalla popolazione anche a causa dell’esigua profondità. Infatti questa scossa, ha avuto una magnitudo superiore al terzo grado Richter. La scossa è stata localizzata a 4 km da Cerignola, nel foggiano ed è stata avvertita in un raggio di circa 50 km. La terra però sta continuando a tremare in gran parte della penisola e nelle zone dell’appennino marchigiano la situazione resta difficile a quasi tre anni dal sisma devastante.

    Scosse senza sosta nel maceratese

    Nelle zone colpite duramente dal terremoto del 2016, continuano tuttora delle scosse di terremoto, lievi ma avvertibili nettamente nelle aree epicentrali. Alle 23.15 di ieri, nella Marche, è stata registrata una scossa di terremoto di magnitudo 3 in provincia di Macerata. Epicentro vicino ai comuni di Caldarola e Cessapalombo. Si tratta di scosse di terremoto che non aiutano popolazioni già duramente colpite, come spiega anche il sindaco di Caldarola.

  • Le parole del sindaco di Caldarola

    Luca Maria Giuseppetti, sindaco di Caldarola, commenta: “Ormai siamo abituati, ma certo questa nuova scossa non aiuta. Qui non finisce più…”. “E’ stata sentita bene nella zona, tanto che qualcuno e’ uscito e ha dormito in macchina.  I danni, come sottolinea il sindaco del comune marchigiano  sono più che altro “psicologici”. Sono infatti passati quasi tre anni da quella terribile notte ma la ricostruzione va a rilento e ancora adesso lo scenario a Caldarola, così come in altri comuni terremotati risulta triste e desolante. “Finora il sentimento prevalente era il senso di abbandono e di sfiducia, la scorsa notte e’ tornata anche la paura…”.  I comuni veramente feriti da questo terremoto sono una 40ina, servirebbe più personale e cominciare ad aiutare bene proprio questi di comuni per espandersi poi anche agli altri. Nel frattempo il tempo passa, la terra continua a tremare in zona e la situazione resta difficile (Fonte:www.italiachiamaitalia.it).

  • Scosse nel mondo

    Nella giornata di oggi non ci sono state scosse di terremoto pari o superiori al sesto grado della scala Richter. Come sempre vi ricordiamo che all’interno della nostra pagina ‘’Terremoti in Italia e nel Mondo’’, è possibile consultare in diretta l’andamento della sismicità nel territorio italiano e anche in quello mondiale.

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

SEGUICI SU: