NanoPress

Previsioni Meteo Dicembre 2014

Mese di Dicembre 2014 che darà il via ufficialmente al cambio di stagione quando il  giorno 21, solstizio d’inverno 2014, inizia ufficialmente l’inverno astronomico. Tale mese è caratterizzato da una diminuzione del regime pluviometrico a livello nazionale complice il minor apporto caldo-umido dai quadranti meridionali, ottimo carburante per i sistemi frontali, ma anche ad una maggior interferenza delle correnti settentrionali, più secche e quindi meno piovose. Le temperature tendono ad abbassarsi notevolmente, specialmente i valori minimi grazie ad un minor soleggiamento, motivo per cui le gelate interessano in maniera diffusa le pianure del Nord e le zone interne centrali. Le discese d’aria fredda tendono a divenire più probabili grazie ad una espansione verso latitudini meridionali del Vortice Polare ed a un maggior raffreddamento del continente Europeo, specie il settore centro-orientale.

dicembre 2014Aggiornamento del 23 Ottobre 2014 - Analizzando il modello CFS  si potrebbero osservare anomalie negative di geopotenziale sull’Atlantico Settentrionale, Gran Bretagna e Mar del Nord, mentre si avranno variazioni minori sul resto del continente europeo. L’andamento della NAO potrebbe risultare attorno ai valori positivi. Le correnti oceaniche, in tal caso, transiteranno alle alte latitudini, ostacolate nel loro normale percorso verso Est-Sudest dall’anticiclone delle Azzorre; precipitazioni minori su Europa Orientale, Balcani e Mediterraneo. Depressioni che transiteranno a più riprese verso la Gran Bretagna, Scandinavia fino ad abbracciare parte delle Nazioni centrali europee, con precipitazioni piuttosto abbondanti.
Sulle restanti Nazioni non sono attese significative variazioni dalla norma, complice un’alternanza di passaggi perturbati a momentanee fasi anticicloniche.

Mese di Dicembre 2014 in Italia che potrebbe esordire con infiltrazioni di masse d’aria fresche dall’Europa Nord-Orientale, seguite dal rinforzo del campo barico da Est. Ultima parte del mese di Dicembre che potrebbe far osservare un indebolimento delle anomalie positive sull’Atlantico settentrionale con conseguente aumento del getto alle medio-alte latitudini, con l’anticiclone delle Azzorre più disteso verso il Mediterraneo, quindi l’Italia. Temperature attese superiori alla norma, specie al Centro-Sud.

La Neve sull’Italia inizialmente potrebbe cadere al Nord e sull’Appennino ma solo a quote medio/alte per via della ventilazione Meridionale. Nel corso della seconda parte del mese un rinforzo dell’anticiclone delle Azzorre favorirà tempo mediamente più stabile.

 

Ti potrebbe interessare anche...

Meteo Widget
Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter
Residenza Porta Guelfa