NanoPress

Previsioni Meteo Novembre 2014

La stagione autunnale volge al termine con il mese di Novembre, statisticamente il più piovoso a livello nazionale complice le intense perturbazioni che si sviluppano nel bacino del Mediterraneo grazie allo scontro tra masse d’aria caldo-umide in risalita dai quadranti meridionali e quelle più fredde d’origine Artica in ingresso dal nord Atlantico; difatti gli accumuli medi raggiungono diffusamente i 100 mm sul versante Tirrenico ed al Nord Italia, con punte fino a 160 mm sulla Campania. Novembre, però, non è solo maltempo e clima relativamente mite, difatti a partire dalla seconda decade, ma ancor di più nella terza,  non sono affatto rare le prime irruzioni d’aria fredda in particolare al Nord Italia, con le prime diffuse gelate in pianura, come testimoniano i valori minimi medi compresi tra gli 0 °C ed i +3°C e la neve che scende fino a quote collinari.

novembre 2014Aggiornamento del 28 Ottobre 2014 - Analizzando l’aggiornamento del modello CFS si potrebbero registrare anomalie di geopotenziale negative estese dall’Atlantico settentrionale fino al lambire la Gran Bretagna e Mar di Norvegia, mentre positive sul Medio Atlantico. Vortice polare piuttosto compatto con correnti tese alle medio-alte latitudini. Flusso umido e piovoso oceanico che prevarrà sulle correnti più fredde su gran parte dell’Europa, mentre strutture altopressorie si estenderanno frequentemente sulla Penisola Iberica. Frequenti depressioni Nord Atlantiche in ingresso sul Mediterraneo. Precipitazioni inferiori alla norma in tal caso si avrebbero sulla Gran Bretagna e sulla Penisola Iberica, superiori alla norma su Europa Centrale e Mediterraneo. Le temperature non subiranno sostanziali variazioni dalle medie attese per il mese di Novembre per quanto riguarda l’Europa meridionale, mentre le temperature potrebbero risultare decisamente calde sulla Scandinavia ed Europa centro-orientale per una prevalenza di correnti miti occidentali. Sull’Italia, pertanto, il mese di Novembre 2014 potrebbe essere dominato dall’alternanza di impulsi atlantici a momentanee fasi stabili, specie nelle prima parte del mese; in seguito il rinforzo del getto alle alte latitudini favorirà una maggior interferenza dell’anticiclone delle Azzorre con clima più mite ma secco al Nord e Medio Tirreno, per la traslazione a latitudini più settentrionali del flusso umido e piovoso. Piogge localmente abbondanti al Sud, dove il tempo risulterà più instabile anche grazie alle infiltrazioni fresche orientali della terza parte del mese.  Mediamente il mese di Novembre potrebbe far registrare variazioni positive nel campo termico, mentre una deficit pluviometrico potrebbe interessare il Nord e parte del Centro.

Ti potrebbe interessare anche...

Meteo Widget
Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter
Residenza Porta Guelfa