Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 12 Novembre
Scarica la nostra app

L’asse terrestre si è spostato a causa dello scioglimento dei ghiacciai: ecco come e perché

Il ricercatore cinese Shanshan Deng ha svelato le cause della netta inclinazione dell'asse terrestre negli ultimi anni

L’asse terrestre si è spostato a causa dello scioglimento dei ghiacciai: ecco come e perché
Foto PixaBay.com
1 di 3
  • L’asse terrestre si è spostato a causa dello scioglimento dei ghiacciai: ecco come e perché

    Che la Terra sia “vittima” del riscaldamento globale non è una novità, dato ciò che sta accadendo nei luoghi più freddi del nostro pianeta. Ma questo surriscaldamento che sta provocando lo scioglimento dei ghiacciai nelle zone artiche avrebbe causato un altro danno importante: lo spostamento dell’asse terrestre. Ed è proprio dalla perdita di consistenza dei ghiacciai che si genera lo spostamento nel movimento dei poli, ovvero l’inclinazione dell’asse attorno al quale ruota la Terra. A spiegare come e perché è stato Shanshan Deng, ricercatore dell’Istituto di Scienze Geografiche e Ricerca sulle Risorse Naturali presso l’Accademia Scientifica Cinese e autore di uno studio specifico in merito. OGNI ANNO OLTRE 5000 TONNELLATE DI POLVERE EXTRATERRESTRE PIOVONO SULLA TERRA: I DETTAGLI

    I motivi dell’inclinazione dell’asse terrestre

    Lo scienziato cinese ha rivelato che lo scioglimento dei ghiacciai, che procede a vista d’occhio mettendo anche a rischio l’ecosistema di molte specie animali, ha causato inevitabilmente una nuova distribuzione dell’acqua sulla Terra. Di conseguenza l’asse terrestre si è inclinato nel corso degli anni nella direzione in cui “pende” maggiormente il peso del pianeta. “Il più rapido scioglimento dei ghiacci durante il riscaldamento globale – ha dichiarato Deng – è stata la causa più probabile del cambiamento di direzione della deriva polare negli anni ’90”. I cambiamenti climatici dunque, ma non solo, stanno “storcendo” il mondo in cui viviamo… DICHIARAZIONI SHOCK DI ELON MUSK: “PORTERÓ L’UOMO SU MARTE MA QUALCUNO MORIRÁ”

    Cosa si può fare

    Di fronte alla potenza di Madre Natura generalmente l’uomo non può nulla ma il surriscaldamento globale non è automatico sulla Terra, bensì generato dall’emissione continua e massiccia di anidride carbonica, metano, ossido di azoto e gas fluorurati, tutti causati da attività dell’uomo come estrazione e combustione di carbone, gas, petrolio. Cosa si può fare? Ad esempio ridurre le emissioni di gas serra e risparmiare sul consumo di acqua, o anche affidarsi alle risorse rinnovabili (come l’energia solare) e tentare di passare al 100% di energia pulita entro 20-30 anni per allungare la vita al nostro pianeta! SPACEX PORTERÁ L’UOMO DI NUOVO SULLA LUNA: ECCO QUANDO E I DETTAGLI

    CONTINUA A LEGGERE

  • Asteroidi pericolosi per la Terra, evento raro ma non impossibile

    Gli asteroidi che riescono a toccare il suolo terrestre sono tanti ogni anno, ma l’impatto con l’atmosfera li  distrugge e li rende così piccoli da essere di fatto innocui per gli esseri umani. Impatti pericolosi sono molto rari, ancor più rari se parliamo di impatti in grado di causare eventi catastrofici per l’umanità o per il pianeta. Raro, però, non significa impossibile: fu proprio un asteroide, infatti, a sterminare i dinosauri 66 milioni di anni fa.

    Un’arma nucleare per deviare l’asteroide

    La minaccia di asteroidi potenzialmente pericolosi, quindi, dovrebbe essere presa seriamente dai governo dei vari Paesi: come reagiremmo? Quale sarebbe la strategia? Le opzioni per deviare una pietra cosmica che minaccia la vita sulla Terra, in realtà, sono tante: la più efficace, come riporta Everyeye.it, è mediante l’utilizzo di un’arma nucleare che sia in grado di cambiare l’orbita dell’asteroide. La spinta dell’arma sarebbe sostanziale, anche se il cambio di rotta per l’asteroide sarebbe minimo: quanto basta per non essere più considerato pericoloso per la Terra.

  • C’è il rischio che questa strategia non funzioni

    Siamo sicuri che l’onda d’urto di un’arma nucleare sarebbe efficace per far cambiare la rotta di un asteroide? Dipende. Come spiegato da Lansing Horan, studente dell’Air Force Institute of Technology Masters, “se l’input di deposizione di energie non è corretto non dovremmo avere molta fiducia nella deflessione dell’asteroide”. Le bombe, infatti, rilasciano neutroni con energie variabili e la distribuzione varia in base al tipo di esplosione nucleare.

    Una bomba sbagliata potrebbe rendere nullo il tentativo

    Questo, insomma, significa che dovremmo utilizzare la bomba giusta in base all’asteroide che si sta dirigendo verso la Terra: il rischio è infatti quello che una bomba sbagliata possa non essere in grado di deviare la rotta della pietra cosmico. E se invece ci accorgessimo della minaccia troppo tardi? In quel caso la strategia per proteggerci andrebbe cambiata.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Biagio Romano

Classe '93, napoletano di nascita, interista di fede. Scrivo sul web da quando avevo 16 anni: prima per hobby, poi per lavoro. Curioso di natura, amo le sfide (soprattutto vincerle). Mi affascinano il mondo dell'informazione e quello della comunicazione.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia