Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 15 Agosto
Scarica la nostra app

Spazio, scoperte misteriose emissioni ad infrarossi di dubbia origine

Una delle curiosità più sorprendenti di questo fenomeno è la frequenza con la quale si manifestano

Spazio, scoperte misteriose emissioni ad infrarossi di dubbia origine
Frb, individuati oltre 500 lampi radio veloci

Il telescopio Fast potrebbe aiutare gli scienziati a risolvere il grande mistero sui Lampi Radio Veloci

Delle misteriose esplosioni che lanciano lampi di energia nello spazio forse adesso, grazie al telescopio cinese FAST, se ne saprà un po’ di più. Il loro nome è Frb, deriva dall’inglese Fast Radio Burst e significa Lampi Radio Veloci. Questi sono degli impulsi radio molto intensi e brevi appunto, dell’ordine di pochi millesimi di secondo o anche meno che provengono da galassie distanti e della cui origine al momento se ne sa molto poco. Tra le ipotesi più accreditate c’è quella che propende verso le stelle di neutroni.

Gli studi sui lampi di energia

Una delle curiosità più sorprendenti di questo fenomeno è il numero elevato con il quale si manifestano e le Frb catalogate non sono che la punta di un iceberg gigantesco, a causa del loro ingresso recente nel panorama astrofisico. E’ solo in quest’ultimo periodo, infatti, che i misteriosi lampi di energia sono oggetto di sempre più numerosi studi ed esperimenti. A far luce sugli interrogativi che gli Frb hanno aperto è il telescopio cinese FAST e in particolare l’Frb denominato 121102.

I “lampi” registrati in passato

L’Frb denominato 121102 è stato l’unico lampo che dal 2016, l’anno in cui è stato scoperto, si è poi ripetuto a intervalli regolari, fornendo così agli scienziati la possibilità di localizzarlo in modo preciso in una galassia distante 3,2 miliardi di anni luce. Con precisione, nel giro di sole 60 ore, gli astronomi hanno avvistato oltre 1650 esplosioni. Nel 2020 è stata registrata un’esplosione anche nella nostra galassia, la cui fonte gli esperti sono concordi nel ritenere sia un magnetar, ovvero una stella di neutroni che produce delle emissioni elettromagnetiche molto intense. Secondo la teoria degli scienziati gli aggiustamenti rapidissimi di tale campo magnetico generano l’emissione di un Frb. CONTINUA A LEGGERE…

Le ipotesi allo studio

Ma appare ancora presto per consegnare un teorema definitivo e certo. E’ possibile anche che le stelle di neutroni siano sono una delle possibili fonti e non l’unica. Resta aperto e appassionante il mistero sui lampi di energia che probabilmente soltanto delle tecnologie ancora più avanzate rispetto alle attuali per quanto riguarda lo studio dei segnali radio potrà finalmente svelare.

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia