Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 27 Settembre
Scarica la nostra app

Tempesta solare intensa in arrivo sulla Terra, a rischio smartphone, gps e reti elettriche: i giorni critici

Ecco quali sono i rischi legati alla tempesta solare che dovrebbe abbattersi sulla Terra tra martedì e mercoledì

Tempesta solare intensa in arrivo sulla Terra, a rischio smartphone, gps e reti elettriche: i giorni critici
Eruzione solare, foto archivio (Pixabay)
1 di 2
  • Ecco come la tempesta solare in arrivo potrebbe ripercuotersi sulla nostra quotidianità

    Una vasta tempesta solare sta per abbattersi sulla Terra e potrebbe mettere a rischio il funzionamento di GPS, segnali telefonici e reti elettriche vulnerabili. La causa è legata al potente brillamento solare che ha creato un blackout sull’Atlantico. Probabilmente il pianeta verrà colpito tra martedì e mercoledì. Una tempesta geomagnetica causata dal violento flusso del vento solare che avrà un impatto non indifferente sul campo magnetico terrestre. I meteorologi prevedono che l’enorme brillamento solare avrà ripercussioni importanti sui satelliti che operano nell’alta atmosfera terrestre, influenzando la navigazione GPS, i segnali dei telefoni cellulari e la TV satellitare.

    Tempesta geomagnetica, ecco cos’è e quali sono i rischi per il nostro pianeta

    I brillamenti hanno la capacità di influenzare le reti elettriche in alcune parti del mondo. Gli esperti temono anche che i forti venti possano innescare una tempesta geomagnetica nella magnetosfera terrestre. Una tempesta geomagnetica può essere identificata come una sorta di disturbo della magnetosfera terrestre che si instaura quando avviene uno scambio intenso di energia tra il vento solare presente nello spazio e quello che circonda il nostro pianeta. Secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) per creare una tempesta geomagnetica, un vento solare deve possedere velocità rilevanti per un periodo di tempo molto esteso, trasferendo l’energia del vento nel campo magnetico terrestre.

    Perchè si verificano

    Le più grandi tempeste si verificano in corrispondenza di rilevanti espulsioni di massa coronale solare (CME). Si tratta di miliardi di tonnellate di plasma dal Sole che vengono proiettati con forza verso i pianeti e che possono raggiungere anche il nostro. Mentre le espulsioni di massa coronale impiegano giorni per arrivare sulla Terra, è stato osservato che alcune arrivano entro 15-18 ore dall’espulsione dal Sole. Proprio recentemente si è verificato uno dei più grandi brillamenti solari mai visto in oltre quattro anni. Un fenomeno che è stato anche la causa di un blackout radio sull’Atlantico. CONTINUA A LEGGERE…

  • Cos’è un brillamento solare

    Il brillamento solare di classe X ha ionizzato la parte superiore dell’atmosfera terrestre, causando un blackout radio a onde corte sull’Oceano Atlantico. Un brillamento solare è un’esplosione improvvisa, rapida e intensa sulla superficie del Sole che si verifica quando vengono rilasciate improvvisamente enormi quantità di energia immagazzinata nei campi magnetici. L’esplosione genera delle radiazioni nell’universo, scagliandole verso i pianeti del sistema solare. Queste radiazioni contengono onde radio, raggi X e raggi gamma.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia