Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 23 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

E’ piena emergenza, piogge alluvionali e fiumi di acqua e fango stanno distruggendo tutto: ci sono moltissime vittime, feriti e persone in fuga in India. Video

Piogge alluvionali e fiumi di fango in India: oltre 200 le vittime, situazione critica soprattutto nel nord del Paese

Alluvioni in India, aumentano le vittime. Foto pixabay
1 di 4
  • Inondazioni: situazione critica India

    Nelle ultime settimane abbiamo riportato più volte del meteo estremo che sta colpendo diverse zone dell’Asia sud-orientale ma anche degli USA e purtroppo le notizie che arrivano in queste ultime ore non sono affatto positive. Proprio nell’Asia sud-orientale, ed esattamente in India, ormai da diverse settimane si susseguono piogge alluvionali, frane e inondazioni. I monsoni che sono in atto in India ma anche Nepal, parte della Cina e in Bangladesh, hanno determinato morte e distruzione e con l’andare avanti dei giorni la situazione potrebbe ulteriormente peggiorare.

    India colpita da piogge torrenziali, vittime vicine ai 300

    Inondazioni causate da piogge torrenziali stanno colpendo duramente soprattutto l’India, dove le vittime sono arrivate a 280. Inoltre, non sono mancati salvataggi in extremis, 700 persone ad esempio, sono state messe in salvo vicino a Bombay, la capitale finanziaria dell’India. Molte le strade travolte da acqua e fango, soprattutto nello stato del Bihar, dove intere città sono state sommerse dall’acqua. Le piogge si sono abbattute con violenza anche sul Rajasthan, dove 13 persone hanno perso la vita.

    Disagi anche alla circolazione ferroviaria

    Disagi in tutta l’India ma anche nella Cina meridionale e in Bangladesh. Oltre due milioni di persone sono rimaste coinvolte nelle inondazioni causate da piogge torrenziali nella provincia cinese dello Jiangxi, con conseguenze drammatiche. I danni sono risultati gravissimi anche ad abitazioni, completamente danneggiate sia dall’acqua che dal fango. Inoltre, in India, il treno Mahalaxmi Express è stato investito da un’ondata di acqua e fango a  circa 60 chilometri da Bombay, a causa delle violentissime e incessanti piogge. Ciò ha impedito al treno di funzionare normalmente. “Tutti i passeggeri, compresi diversi bambini, sono stati portati in un luogo sicuro”, ha detto Sunil Udasi, portavoce del gruppo ferroviario della regione.

  • India, oltre 280 morti per le alluvioni

    Molte le persone costrette ad evacuare e che ancora in queste ore si ritrovano senza una casa. La situazione più grave del sud-est asiatico è sicuramente in India, dove il numero dei morti è aumentato drasticamente. Oltre 280 persone sono morte questo mese a causa di inondazioni e incidenti legati alle piogge monsoniche. Solo nel nord-est del Paese, almeno 102 persone hanno perso la vita, mentre nel vicino Assam oltre 60 persone.

  • Oltre 12.000 persone colpite da malattie trasmesse dall’acqua

    Secondo le informazioni raccolte dal quotidiano locale «Dhaka Tribune» moltissimi sono anche i feriti e le persone che stanno tuttora soffrendo di infezioni. Basti pensare che oltre  12.860  hanno sofferto di malattie trasmesse dall’acqua.

    (Fonte:alertageo.org).

  • Il video

    Di seguito è mostrato uno dei tanti video (Alerta Roja – Instagram) che sono presenti in rete, che mostrano fiumi di acqua e fango travolgere un villaggio nella parte settentrionale dell’India. Intere zone completamente sommerse, frane e smottamenti continuano a colpire il Paese da nord a sud.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.