Maltempo e crollo delle temperature: ecco dove risulterà più sensibile nelle prossime ore

Pubblicato da Alessandro Allegrucci

Crollo termico: temperature che si porteranno sotto la media stagionale

Segnala
Peggioramento in arrivo: piogge e crollo termico in numerose regioni. Fonte: StrettoWeb
  • Peggioramento invernale in arrivo

    Il periodo di tempo stabile e anticiclonico che ha interessato l’Italia negli ultimi giorni con temperature ben sopra la media stagionale è giunto al termine e una perturbazione sta transitando in queste ore su gran parte della penisola. Dopo aver velocemente interessato il settentrione, il maltempo si sta spostando verso il centro-sud e sarà proprio al meridione che insisterà maggiormente nelle prossime ore. Le piogge saranno più abbondanti al centro-sud, in localizzazione al meridione, dove insisteranno per tutta la giornata odierna e potranno risultare anche a carattere temporalesco.  Nel corso delle prossime ore inoltre, comincerà ad affluire aria più fredda, con temperature in sensibile calo soprattutto tra le giornate del 14 e 16 febbraio.

    Temperature in netto calo, soprattutto in Adriatico

    Dalla giornata odierna, soprattutto dalla serata, comincerà anche ad affluire aria più fredda e il calo termico si farà sentire su tutto il Centro-sud, anche se le temperature non dovrebbero scendere su livelli eccezionalmente bassi ma si porteranno comunque finalmente in media o localmente anche al di sotto. Già dalla giornata di domani i valori minimi potranno essere sottozero su parte del Nord compresi tra -1 e 4°, minime prossime allo zero o sporadicamente sotto anche al centro e leggermente più elevati al meridione. Le temperature massime risulteranno più basse invece lungo le regioni Adriatiche, più esposte all’afflusso freddo da est,nord-est.

  • Calo termico ma scarsi fenomeni

    Dalla metà della settimana il freddo si estenderà a tutta la penisola, pur risultando maggiore sul lato orientale italiano, il maltempo però si sarà ormai attenuato. Valori termici massimi che difficilmente andranno oltre i 10 gradi su gran parte delle regioni centrali, specie del versante adriatico dove il freddo sarà acuito dai forti venti orientali. Si apre quindi una settimana estremamente dinamica e tipicamente invernale dopo un periodo più mite. Nella seconda parte della settimana invece, i modelli non sono ancora concordi: c’è chi vede il freddo spingersi maggiormente ad ovest ed interessare anche la nostra penisola, chi invece vede la spinta dell’alta pressione che andrebbe a confinare gradualmente il freddo nei Balcani. Difficile sbilanciarsi anche se molto probabilmente il versante Adriatico risulterà ancora esposto a venti freddi e tempo localmente instabile nella seconda parte settimanale, seppur a fasi alterne. La situazione comunque resta ancora molto incerta, soprattutto dal prossimo fine settimana in avanti, quindi vi invitiamo a seguire tutti i prossimi fondamentali aggiornamenti sia sul nostro sito meteo che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

     

Iscriviti alla nostra newsletter

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter