Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 16 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – ANTICICLONE AZZORRIANO sul nostro Paese, temperature in aumento, ma fino a quanto durerà? Ecco i dettagli

METEO ITALIA - Quanto durerà l'Anticiclone in arrivo in Italia? Ecco i modelli a confronto

1 di 4
  • Domani maltempo al sud, migliora al nord

    Nella giornata di domani mercoledì 11 settembre è previsto innanzitutto un miglioramento delle condizioni meteo sulle regioni nord-occidentali, interessate oggi da una fitta coltre nuvolosa che ha scaricato anche qualche pioviggine al suolo, generata dal fronte freddo della vasta saccatura di origine nordatlantica che sta colpendo le zone occidentali del Mediterraneo. Contestualmente, peggiorerà il tempo in alcune regioni del sud, come Calabria e Sicilia in primis, che risentiranno di flussi umidi attivi sul basso Mediterraneo, con il litorale jonico maggiormente esposto ai fenomeni.

    Torna a salire l’Anticiclone delle Azzorre da giovedì

    A partire già dalla giornata di giovedì 12 settembre (ma in molte località anche già da domani), le temperature torneranno a subire un impennata, fino ad arrivare finanche oltre i +30°C nel weekend, in più di qualche zona italiana (soprattutto pianure interne di Lazio e Sardegna). Questo a causa di una nuova estensione verso nord dell’Anticiclone, questa volta di matrice azzorriana, che prenderà il sopravvento appunto a partire da giovedì, per poi estendersi in gran parte d’Europa entro il fine settimana.

    Quanto durerà l’Anticiclone? Secondo i modelli minimo una settimana

    Evoluzione meteo prevista per il 20 settembre ore 00utc dal modello GFS elaborato dal nostro centro di calcolo.

    La domanda più gettonata in queste ore sarà sicuramente quanto durerà l’Anticiclone sull’Italia quando ormai stiamo a settembre. Ebbene, alla domanda non si può dare attualmente una risposta precisa. Stando alle ultimissime emissioni modellistiche dei principali centri di calcolo, si paventa che l’Alta pressione possa stazionare nel nostro Paese per almeno una settimana, fino quindi almeno a martedì 17 settembre. Come vedremo, il modello inglese ECMWF, è più pessimista.

  • Almeno 10 giorni di Anticiclone per ECMWF

    Bruttissime notizie per chi ama il freddo o i temporali o entrambe le cose, è a loro che si sconsiglia la visione del modello inglese ECMWF. Esso infatti mostra le previsioni meteo fino a 240 ore di distanza (10 giorni). In tutti i suoi pannelli, dalle 0 alle 240 ore, mostra l’Anticiclone radicato in Italia. Sarebbero quindi 10 giorni di Alta pressione e non sarebbe neanche finita li, perché per il 20 settembre sarebbe visto in pieno controllo non solo del nostro stivale, ma di buona parte dell’Europa. Resta per costoro la magra consolazione di un clima comunque tutt’altro che opprimente ed afoso, che risulterà per certi versi gradevole soprattutto di notte.

  • La notte si respirerà maggiormente

    Per quanto riguarda invece le ore notturne, esse risulteranno particolarmente fresche o comunque gradevoli, questo a causa di due principali fattori: il primo è da ricercare nella componente oceanica dell’Anticiclone azzorriano, che apportando un clima secco favorisce le inversioni termiche; il secondo è invece da ricercare nel calendario. La stagione estiva è ormai al termine e agli sgoccioli, il che comunque significa anche un sempre minor irraggiamento solare. Con più ore di buio, la temperatura avrà più tempo per scendere.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia e sulla Lombardia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.