Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 28 Febbraio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO: ci aspetta un weekend perturbato in ITALIA ma a seguire l’anticiclone potrebbe tornare a dominare

Meteo Italia: perturbazione in arrivo con abbattimento dello smog, non ci sono però buone notizie per la prossima settimana, ecco perché

Nuovo peggioramento o ancora anticiclone per fine gennaio?
Nuovo peggioramento o ancora anticiclone per fine gennaio?
1 di 4
  • Perturbazione del weekend con piogge, temporali, neve e vento

    Ultimo giorno della settimana in compagnia dell’anticiclone ma ancora per poche ore. Un peggioramento meteo è infatti ormai prossimo all’Italia con un’ondulazione della corrente a getto che permetterà ad una saccatura depressionaria di raggiungere il Mediterraneo. Nella notte tra oggi e domani le condizioni meteo dovrebbero peggiorare al Nord Italia con piogge in arrivo e neve in montagna anche a quote medio-basse. Peggioramento che poi nella giornata di Sabato si estenderà alle regioni centro-meridionali con piogge e temporali localmente anche intensi soprattutto sui versanti tirrenici. Temperature in calo fino a portarsi di qualche grado al di sotto delle medie con la neve che dovrebbe fare la sua comparsa fin sotto i 1000 metri su Alpi e Appennino.

    Fiocchi di neve anche a quote medio basse e temperature sotto media

    Principali modelli che si sono venuti incontro per quanto riguarda l’entità del peggioramento meteo anche se il modello ECMWF rimane ancora un po’ meno incisivo in termini di freddo. Tra Sabato e Domenica le temperature si porteranno di qualche grado sotto la media su buona parte dello Stivale. Anomalie negative anche di 4 gradi sulle regioni centro-settentrionali e sulla Sardegna. La neve dovrebbe fare la sua comparsa soprattutto sulle Alpi occidentali e sull’Appennino centro-settentrionale. I fiocchi potrebbero spingersi fin sotto i 500-700 metri sulle Alpi e sull’Appennino settentrionale mentre su quello centrale la quota neve dovrebbe attestarsi intorno ai 1000 metri ma con discrete possibilità di fiocchi anche più in basso. Ovviamente questi dettagli andranno rivisti tra qualche giorno in quanto la previsione è ancora suscettibile di cambiamenti anche importanti ma l’inverno avrà senz’altro qualcosa da dire.

    Nebbia, immagine di repertorio fonte ANSA.

    Nebbia, immagine di repertorio fonte ANSA.

    Torna l’anticiclone sul lungo periodo? Ecco gli ultimi aggiornamenti dei modelli

    All’inizio della prossima settimana i principali modelli mostrano lo sprofondamento verso Penisola Iberica e nord Africa di una circolazione depressionaria con aria più fredda in quota. Ancora una volta un vasto anticiclone tenderà ad espandersi su buona parte del’Europa con valori massimi al suolo fino a 1040 hPa. Anche l’Italia dovrebbe tornare sotto il domino dell’anticiclone per buona parte della prossima settimana con condizioni meteo che torneranno rapidamente stabili. Netto cambio per il modello GFS rispetto alla giornata di ieri quando per il prossimo weekend veniva mostrato uno sbilanciamento del vortice polare verso la Scandinavia con un generale raffreddamento dell’Europa centro-orientale. Oggi sembra invece che la corrente a getto possa ritornare tesa con un vortice polare ancora molto compatto e dunque un inverno ancora assente.

  • Generale ricambio d’aria grazie alla pioggia e al vento, smog in diminuzione

    Molto attesa intanto la perturbazione del weekend perché finalmente porterà un sollievo su molte zone d’Italia sul fronte dello smog. Anche nella giornata di oggi blocchi del traffico molto restrittivi nelle grandi città del Centro-Nord con lo stop anche dei veicoli diesel di ultima generazione. La perturbazione nord-atlantica in ingresso nelle prossime ore porterà con se un discreto quantitativo di piogge e soprattutto un po’ di vento in grado entrambi di abbattere parte degli inquinanti. Purtroppo non ci sono almeno per il momento buona notizie per la prossima settimana con l’anticiclone che potrebbe tornare a dominare la scena e dunque portare un nuovo progressivo aumento dei livelli di smog.

  • Vortice polare compatto e anticiclone fino all’inizio di febbraio?

    L’emissione attuale del modello GFS lascia poco spazio all’immaginazione e soprattutto all’inverno per tutta la restante parte del mese di gennaio e forse anche per l’inizio di febbraio. Precisiamo ovviamente che spingersi oltre i 5 giorni con una previsione meteo soprattutto durante la stagione invernale non è prudente. Tuttavia la tendenza è per ripetute espansioni dell’anticiclone verso l’Europa e non solo alle latitudini più basse. Salvo il transito di blande perturbazioni atlantiche, questo mese di gennaio potrebbe finire come è iniziato: con un vasto campo di alta pressione su buona parte dell’Europa. Temperature generalmente al di sopra della media ma soprattutto in quota. Nei bassi strati infatti l’inversione termica porterebbe temperature piuttosto basse soprattutto nei valori minimi con estese gelate.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Francesco Cibelli

Sono appassionato di meteorologia da sempre, mi sono laureato in Fisica dell'Atmosfera e meteorologia all'università di Roma Tor Vergata entrando a far parte del team di CentroMeteoItaliano.it nel 2014 come meteorologo. Oltre che elaborare giornalmente previsioni meteo e bollettini mi occupo anche della gestione dei modelli di calcolo per l'atmosfera e per il mare. Sono un amante del freddo, della neve e in generale dei fenomeni più estremi.

SEGUICI SU: