Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 15 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – ATTENZIONE, ITALIA sotto il mirino di una nuova PERTURBAZIONE, con forti TEMPORALI e CALO delle TEMPERATURE, i dettagli

METEO ITALIA - In arrivo sul nostro Paese una nuova PERTURBAZIONE ATLANTICA, con TEMPORALI e calo delle TEMPERATURE

Temporale, immagine di repertorio fonte Pixabay.
1 di 4
  • Oggi bel tempo in Italia con qualche annuvolamento al centro-nord

    Nella giornata odierna il tempo su tutte le regioni italiane sarà tendenzialmente asciutto, malgrado i cieli appaiano in prevalenza da parzialmente a molto nuvolosi sulle regioni del centro-nord, soprattutto per quanto riguarda i settori tirrenici. La nuvolosità è da attribuire ad un flusso umido attualmente attivo sul Mediterraneo occidentale che sta causando forte maltempo sulla Francia. Nulla da segnalare dal punto di vista termico al centro-nord, mentre al sud sarà possibile un nuovo leggero rialzo delle temperature.

    Da domani maltempo in arrivo

    A partire dalla giornata di domani lunedì 14 ottobre il tempo inizierà a peggiorare su alcuni settori tirrenici, come ad esempio la Liguria o meno probabilmente la Toscana (dove il tempo rimarrà comunque molto nuvoloso, specialmente sulla costa), con qualche rovescio che risulterà al più di debole o moderata intensità. Ancora asciutto altrove con nuvolosità in generale aumento. Temperature che riceveranno ancora un leggero rialzo al sud, mentre al centro-nord si stabilizzeranno intorno ai valori odierni.

    Impatta una perturbazione

    La perturbazione raggiungerà l’Italia da martedì 15, grazie all’affondo più deciso verso l’Italia della saccatura.

    I primi rovesci che si verificheranno domani su alcune aree tirreniche come la Liguria (più probabilmente su tutte), saranno null’altro che il preludio dell’arrivo di una nuova ondata di maltempo che investirà l’Italia solamente il giorno seguente, martedì 15 ottobre, e che si manifesterà attraverso forti temporali accompagnati da un brusco calo delle temperature, che come vedremo nel corso del paragrafo successivo, porterà nuovamente la neve sulle Alpi.

  • Torna la neve sulle Alpi

    Tornerà dunque la neve sulle Alpi, come annunciato sul finale del precedente paragrafo. In particolare sui rilievi alpini si passerà improvvisamente da uno zero termico estivo (sopra i 4000 metri) a uno già più consono, ma comunque alto per il periodo ottobrino (intorno ai 3000 metri). Ne deriva che la quota neve si attesterà intorno ai 2600 metri, con i fenomeni che soprattutto sui settori nordoccidentali potrebbero risultare particolarmente intensi.

  • Settori tirrenici i più colpiti

    Nonostante dalla prossima ondata di maltempo vengano comunque interessate la maggior parte delle regioni italiane, ci saranno come sempre settori più colpiti e quelli meno colpiti. Tra i settori più colpiti troviamo sicuramente quelli del Tirreno centro-settentrionale, grazie anche alla dinamica stessa della perturbazione: una saccatura di origine nordatlantica in affondo sul nostro Paese dai quadranti nordoccidentali.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: