Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 13 Dicembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO DICEMBRE – riuscirà il primo mese dell’inverno a portare la neve in pianura?

Tendenza meteo per dicembre, primo mese dell'inverno, di nuovo all'insegna del clima mite e secco ma sarà veramente cosi?

Tendenza meteo Dicembre 2019 - effis.jrc.ec.europa.eu.jpg
Tendenza meteo Dicembre 2019 - effis.jrc.ec.europa.eu.jpg
1 di 4
  • Il vortice polare: come sarà a dicembre?

    Primo tassello da monitorare per l’evoluzione meteo di dicembre e più in generale dell’inverno è sicuramente il vortice polare. Al momento il vortice polare stratosferico è in rinforzo, questo significa che le velocità dei venti zonali stanno aumentando come è lecito per altro aspettarsi durante questo periodo. Troviamo però un disaccoppiamento con il vortice polare troposferico che invece risulta piuttosto debole e sta condizionando questo mese di novembre. Tale disaccoppiamento potrebbe però terminare già con dicembre per il quale è previsto un generale rinforzo dei venti zonali a tutte le quote. Non buona notizia dunque per gli amanti di freddo e neve ma vediamo perché.

    Intanto l’autunno prosegue a gonfie vele

    Mese di novembre iniziato tipicamente autunnale e che probabilmente continuerà ancora per molti giorni su questa scia. Siamo infatti quasi alla metà del mese e sull’Italia le condizioni meteo sono risultate praticamente sempre instabili o perturbate a causa di un susseguirsi di perturbazioni atlantiche. Con novembre però l’autunno volgerà al termine lasciando spazio all’inverno che quest’anno non sembra avere i giusti presupposti per partire. Modelli stagionali e alcuni indici teleconnetivi ci mostrano infatti un inverno 2019/2020 non certo ottimale per amanti di freddo e neve.

    Mese di dicembre con bianco natale?

    Mese di dicembre con bianco natale?

    Dicembre 2019 mite e secco?

    Dicembre 2019, primo mese dell’inverno, potrebbe con queste premesse trascorrere con temperature al di sopra delle medie e precipitazioni inferiori su buona parte del Mediterraneo. L’ultimo aggiornamento del modello ECMWF mostra infatti anomalie positive di temperatura su gran parte dell’Europa con punte fino a +2 gradi sui settori orientali e sulla Russia. Più vicini alle medie solo Islanda e Isole Britanniche. La piovosità potrebbe invece risultare in media o poco sopra sull’Europa centro-settentrionale mentre non si esclude un deficit nell’area Mediterranea. Non buone dunque al momento le prospettive di dicembre 2019 per gli amanti di freddo e neve. Ma quale tendenza meteo per gennaio e febbraio?

  • Neve in pianure o nebbie e smog?

    Vivissimi sono i ricordi di alcuni dicembre degli scorsi anni in cui a dominare sull’Italia era stato l’anticiclone per settimane intere. Quando sull’Italia nel primo mese dell’inverno domina l’anticiclone le giornate sono spesso tutt’altro che soleggiate. Su pianure e vallate interne tendono infatti a formarsi nebbie e nubi basse le quali diventano man mano sempre più persistenti. Nebbie e nubi basse a seguire invadono anche le coste in un unica morsa nuvolosa che attanaglia buona parte d’Italia. Le condizioni meteo così statiche inoltre portano un accumulo di inquinanti e dunque un innalzamento dei livelli di smog. Questo al momento quello che potrebbe prospettarsi per dicembre 2019 lasciando la neve in pianure forse per il mese successivo. Vediamo comunque se con i prossimi aggiornamenti questa tendenza sarà destinata a variare.

  • Tendenza meteo

    Vortice polare che potrebbe rimanere molto compatto anche nel mese di gennaio 2020 tuttavia la distanza temporale sempre più elevata non ci consente di azzardare una tendenza meteo per il mese centrale dell’inverno. Ci sono infatti come sempre alcune forzanti impreviste che potrebbero sensibilmente cambiare le carte in tavola come ad esempio gli stratwarming, cioè repentini riscaldamenti in stratosfera. Ad oggi comunque la maggior parte dei modelli stagionali sono orientati verso un gennaio mite e secco. Sulla falsa riga di dicembre il modello europeo mostra anomalie positive su tutto il continente con valori più elevati su Europa centro-orientale e Scandinavia. Precipitazioni inferiori alla norma su tuta l’area mediterraneo, specie centro-occidentale.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

     

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Francesco Cibelli

Sono appassionato di meteorologia da sempre, mi sono laureato in Fisica dell'Atmosfera e meteorologia all'università di Roma Tor Vergata entrando a far parte del team di CentroMeteoItaliano.it nel 2014 come meteorologo. Oltre che elaborare giornalmente previsioni meteo e bollettini mi occupo anche della gestione dei modelli di calcolo per l'atmosfera e per il mare. Sono un amante del freddo, della neve e in generale dei fenomeni più estremi.

SEGUICI SU: