Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 27 Febbraio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Dov’è finito l’INVERNO quello vero? Il mese di FEBBRAIO riserverà grandi sorprese con cambiamenti del Vortice Polare?

Qualche disturbo nelle prossime ore, previsioni Meteo per il lungo termine ancora sconcertanti. L'Inverno con il gelo e la neve faticano ad arrivare in Italia.

METEO ITALIA: Inverno nelle mani del Vortice Polare, tutto è ancora probabile.
1 di 4
  • Inverno 2019-2020 finora non pervenuto

    Bisogna tornare indietro di alcuni decenni per poter rivedere in Italia il clima invernale quello vero con la neve in pianura a più mandate e con le temperature sotto lo zero per diverse settimane. Oramai siamo abituati ad inverni miti e in prevalenza stabili sotto la protezione degli Anticicloni in rimonta dalle Azzorre o addirittura al nord Africa. Anche questo inverno le condizioni meteo sono state almeno finora in gran parte stabili sull’Italia con zero irruzioni di aria polare o siberiana in grado di generare gelo e neve fino in città.

    Inverno 2019-2020 fortemente condizionato dal Vortice Polare

    Potrebbe essere un Inverno totalmente anonimo quello attuale in Italia e in altri paesi del vecchio continente a causa della salute del Vortice Polare, motore del clima nella stagione invernale sull’emisfero boreale. Il Vortice Polare compatto e con venti zonali tesi inibisce gli scambi di calore tra nord e sud, in pratica tra il polo o la Siberia con il Mediterraneo. Correnti occidentali prevalgono dall’inizio della stagione sull’Europa insieme all’anticiclone delle Azzorre.

    Neve in arrivo solo sulle Alpi di confine

    Warming stratosferico con dislocamento del vortice polare sull’Eurasia.

    Fino ad ora la stagione invernale 2019-2020 è risultata molto statica con l’Anticiclone prevalente in Europa e in Italia e con poche precipitazioni. Anche il clima ne risente pesantemente con le temperature oltre la media di riferimento in tutta Italia specie al centro-sud con valori a tratti primaverili. Nelle prossime ore avremo modesti fenomeni nevosi sulle Alpi sotto la spinta delle correnti nord-occidentali, prevista neve nei prossimi giorni sulle Alpi e fino a quote medio-basse, specie sui settori di confine.

  • Stagione invernale quasi compromessa stando alle ultime novità dai modelli

    Il Vortice Polare resta ancora molto compatto e in grado di mantenere elevata la velocità del flusso zonale, senza possibilità di scambi di calore tra nord e sud. Anche osservando il lungo termine il Vortice Polare sembra intenzionato a mantenere questo trend con l’Italia costretta ancora a subire la potenza di un Anticiclone che resterà solo per qualche ora in stand-by.

  • Meteo: tendenza per le prime battute del mese di Febbraio

    Il mese di Febbraio potrebbe iniziare pertanto con il dominio dell’Anticiclone e con esso il bel tempo e il clima primaverile, specie al centro-sud e lungo le regioni tirreniche. Non arrivano segnali di cambiamento da parte del Vortice Polare con eventuali split o Stratwarming. Per questo motivo la probabilità più alta è che l’Inverno 2019-2020 potrebbe passare agli archivi come uno tra i più caldi di sempre.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Roberto Schiaroli

nato a Foligno anno 1982. All' età di soli 10 anni ho scoperto la mia passione per la Meteorologia e dopo qualche anno mi ritrovai un lavoro totalmente autodidatta (analisi climatica di Foligno) pubblicato sulla rivista semestrale dell' Aereonautica Militare (anno 1998). Da qui decisi di intraprendere gli studi universitari una volta finito il liceo Scientifico e mi iscrissi all' università di Bologna, facoltà di Fisica dell' Atmosfera e Meteorologia. In seguito alla laurea conseguita ho intrapreso la carriera professionale di Meteorologo presso il Centro Funzionale della Protezione Civile della Regione Umbria come tirocinante, a seguire ho applicato la Meteorologia all' agricoltura tramite il Consorzio Tutela del Sagrantino di Montefalco, fino alla collaborazione attuale con il team di CentroMeteoItaliano.it in qualità di previsore, emissione di bollettini, video meteo, articolista.

SEGUICI SU: