Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 19 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO FERRAGOSTO: aumentano le probabilità di un break dell’estate

METEO FERRAGOSTO 2019: dopo il grande caldo in Italia potrebbe arrivare un break dell'estate, ma sarà rottura stagionale?

Tendenza meteo Ferragosto 2019
Tendenza meteo Ferragosto 2019
1 di 4
  • Ondata di caldo per l’Italia

    Nella giornata di oggi temperature in lieve aumento ma che si manterranno per lo più in linea con le medie stagionali. Temperature massime in Italia comprese tra i +29 e i + 33 gradi con locali punte di +37/39 gradi solo su Sardegna e Puglia. Dalla seconda parte della settimana il caldo tornerà a farsi sentire soprattutto al Centro-Sud a causa dell’espansione dell’anticiclone africano. Previsti ancora picchi prossimi ai +38/40 gradi su Puglia, Sardegna e Sicilia. Caldo ancora più intenso potrebbe accompagnarci nella settimana che precede il Ferragosto quando i principali modelli meteo mostrano aria molto calda in risalita dall’Africa verso il Mediterraneo centrale. Al momento non si escludono punte anche di +42/43 gradi al Sud Italia tuttavia trattandosi di una tendenza meteo e i dettagli andranno rivisti nei prossimi giorni.

    Passaggio instabile con temporali

    Il flusso atlantico scorre vivace sull’Europa centro-settentrionale e nel corso della settimana un nuovo break temporalesco interesserà il Nord Italia e parte del Centro con fenomeni anche intensi e localmente a carattere di nubifragio. Tra oggi e domani con condizioni meteo stabili grazie all’anticiclone prevalente specie al Centro-Sud, qualche temporale pomeridiano dovrebbe invece interessare il Nord Italia ed in particolare i settori alpini e prealpini ma con sconfinamenti anche verso le pianure adiacenti. Nella giornata di giovedì il flusso atlantico si abbasserà verso il Mediterraneo con una piccola saccatura in transito sull’Italia. Questa dovrebbe coinvolgere con una rapida ma intensa fase di maltempo il Nord e in parte anche le regioni del Centro. Più sole e più caldo invece al Sud grazie sempre alla protezione dell’anticiclone.

    Dal caldo ai temporali proprio a Ferragosto?

    Dal caldo ai temporali proprio a Ferragosto?

    METEO FERRAGOSTO: break o rottura dell’estate?

    Il Ferragosto è sempre più vicino ma 9 giorni di distanza sono ancora molti per una previsione meteo in senso stretto. Gli ultimi aggiornamenti dei modelli continuano comunque a confermare proprio nell’intorno del 15 agosto un peggioramento meteo in Italia ad opera di una perturbazione in arrivo dall’Atlantico. Questa dovrebbe prima di tutto mettere fine all’intensa ondata di caldo africano portando un calo delle temperature con valori in linea o poco sotto rispetto alle medie del periodo. Non mancherebbe poi un passaggio instabile con piogge e temporali anche intensi. Questa tendenza meteo è al momento supportata anche dagli spaghi del modello GFS e dal modello europeo ECMWF tuttavia andrà confermata nei prossimi giorni. Potrebbe essere il primo di una serie di impulsi atlantici che segnerebbero il declino e quindi la rottura dell’estate tuttavia per il momento questa rimane solo una tendenza meteo.

  • Apice del caldo tra weekend e inizio settimana

    Secondo weekend di agosto che stando alle ultime uscite dei modelli meteo potrebbe essere molto caldo soprattutto al Centro-Sud. Sul finire della settimana un vasto e profondo vortice depressionario dovrebbe risalire dalle Isole Azzorre verso le Isole Britanniche con valori di pressione al suolo fino a 985 hPa. Questo innescherà una massiccia risalita di aria calda africana verso il Mediterraneo centrale che porterà le temperature ben oltre le medie specie tra il weekend e l’inizio della prossima settimana quando si dovrebbe raggiungere il picco dell’ondata di caldo. Entro Ferragosto però il grande caldo dovrebbe attenuarsi un po’ su tutta la Penisola.

  • Luglio caldo in Italia

    Possiamo intanto tirare le somme di questo mese di luglio 2019 trascorso con un’ondata di caldo record sull’Europa ma che per l’Italia è risultato solo, si fa per dire, al 7° posto tra i più caldi da quando si effettuano le rilevazioni. Secondo i dati di ISAC-CNR infatti l’anomalia delle temperature medie su scala nazionale è stata di +2 gradi. Lontana dai +3.52 gradi che segno il luglio 2015, il più caldo mai registrato. Per quanto riguarda le temperature massime queste hanno avuto un’anomalia di +2.02 gradi posizionandosi al 9° posto tra le più calde. Non molto lontane le minime con un’anomalia di +1.98 gradi che le colloca al 4° posto. Un’estate dunque molto calda fino ad ora ma non da record.

  • Vi invitiamo dunque a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Francesco Cibelli

Sono appassionato di meteorologia da sempre, mi sono laureato in Fisica dell'Atmosfera e meteorologia all'università di Roma Tor Vergata entrando a far parte del team di CentroMeteoItaliano.it nel 2014 come meteorologo. Oltre che elaborare giornalmente previsioni meteo e bollettini mi occupo anche della gestione dei modelli di calcolo per l'atmosfera e per il mare. Sono un amante del freddo, della neve e in generale dei fenomeni più estremi.