Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 27 Febbraio
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – INVERNO ostaggio di un SUPER VORTICE POLARE potrebbe riprendersi la scena, ecco quando e perché

METEO - L'INVERNO è preso d'ostaggio da un SUPER VORTICE POLARE che gira a velocità elevata, ma la stagione potrebbe ripartire a partire da metà febbraio in poi, i dettagli

Warming stratosferico con dislocamento del vortice polare?
1 di 3
  • Maltempo sulle regioni settentrionali, quota neve localmente bassa

    Il maltempo ha interessato e sta interessando tutt’ora alcune delle aree settentrionali del Paese. Mentre nel corso della notte l’instabilità ha coinvolto principalmente le regioni nordoccidentali come la Liguria, con nevicate a quote basse tra l’interno genovese e il basso alessandrino fin sui 500/600 metri, durante le prime ore della mattinata odierna essa sta colpendo soprattutto l’Emilia-Romagna, con fenomeni a tratti anche intensi.

    Instabilità anche sul versante tirrenico centrale

    Il maltempo però non si ferma ad interessare le sole regioni settentrionali, ma durante la nottata si è esteso anche verso meridione interessando inevitabilmente il versante tirrenico. Qui i fenomeni fin ora hanno colpito e stanno tutt’ora colpendo queste aree in maniera non così intensa, se non localmente. Gli accumuli che ne risultano fin qui sull’Italia centro-settentrionale sono generalmente deboli e puntualmente moderati.

    Inverno ostaggio di un super vortice polare

    Warming in stratosfera con dislocamento del vortice polare stratosferico sul comparto euroasiatico.

    Fin ora stiamo commentando un inverno dai caratteri anonimi: sebbene infatti le temperature non risultino particolarmente oltre la media del periodo, sono le precipitazioni e di conseguenza la neve ad essere le veri assenti di questa stagione. Essa è infatti tenuta ostaggio da un super vortice polare che, grazie anche al superamento della soglia dell’indice NAM ha avuto modo di ricompattarsi e di prendere man mano sempre più forza, fino a poter girare indisturbato ad alta velocità favorito da un approfondimento dei geopotenziali in sede polare.

  • Warming stratosferico grazie alla ripartenza dell’onda pacifica

    E’ da molto tempo che i principali centri di calcolo mostrano la ripartenza dell’onda pacifica (wave1) alla quota di 10hPa in piena stratosfera. Il riscaldamento a quote così elevate, dato ormai l’avvicinamento al target in esame (primi di febbraio), sembra confermato, ma il dubbio resta circa la propagazione di tale riscaldamento in troposfera. Nel caso in cui questo avvenisse, ritroveremo dopo la metà di febbraio un vortice polare dislocato sul comparto euroasiatico, con risvolti freddi non solo in Italia, ma in gran parte di Europa. Ma i primi segnali in tal senso potremo riscontrarli solamente nei prossimi giorni, pertanto vi invitiamo a rimanere aggiornati sul nostro sito.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: