Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 17 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO ITALIA – ONDATA di CALDO, ecco quando è previsto l’apice del caldo e le zone più calde d’Italia

METEO ITALIA - Sta arrivando il picco del caldo, ecco che temperature si raggiungeranno e le zone più calde d'Italia

Primo picco previsto per il weekend.
1 di 4
  • Alta pressione in rimonta sull’Italia

    In questi giorni l’Anticiclone di matrice questa volta afro-azzorriana ha completato la sua rimonta sull’Italia estendendosi verso nord-est dalle regioni africane nord-occidentali, interessando tutto il Mediterraneo centro-orientale fino alla Russia europea, dove nei prossimi giorni sono attesi picchi termici di anche +18°C alla quota di 850hPa (ovvero circa 1500 metri). Si tratta di un valore termico decisamente elevato per quelle zone e sopra la media del periodo. Valori termici simili si avranno sul nostro stivale nella giornata odierna, con condizioni di tempo soleggiato e clima estivo accettabile e a tratti anche gradevole. Nei prossimi giorni, come vedremo, le temperature aumenteranno, ma non mancheranno anche temporali, vediamo in quali zone.

    Temporali sulle Alpi da domani

    A partire dalla giornata di domani lunedì 19 agosto, è previsto un vistoso peggioramento delle condizioni meteorologiche sul settore alpino italiano, questo a causa dell’abbassamento di latitudine del getto atlantico che sta momentaneamente interessando l’Europa centrale. Da ciò scaturisce la formazione pomeridiana dei temporali convettivi sulle Alpi, in estensione anche nelle aree sub-alpine. A partire dalla giornata di martedì 20, proprio in concomitanza dell’apice del caldo come vediamo a breve, i temporali potranno sconfinare più facilmente anche sulle pianure circostanti, coinvolgendo nel maltempo con tutta probabilità anche Milano e Torino.

    L’apice del caldo è previsto per martedì 20 agosto

    Oltre +35°C localmente al centro-sud previsti per martedì 20 agosto.

    L’apice di questa ondata di caldo che sta interessando il clima italiano ormai da qualche giorno è atteso per la giornata di martedì 20 agosto, quando sulle regioni centro-meridionali dell’Italia peninsulare sono attesi picchi termici fino a +20°C alla quota di 850hPa. Questo causerà temperature di +33/+34°C diffusi in tutto il centro-meridione, con punte di temperature anche localmente maggiori di quelle indicate. Vediamo quindi quale saranno le zone più calde dello stivale.

  • Umbria e pianure interne tirreniche con punte fino a +36/+37°C

    Un picco di temperatura omogeneo ad alte quote ha effetti però differenti al suolo, in base anche a quello che è l’orografia del territorio. In particolare, le pianure interne delle centrali tirreniche, l’Umbria, ma anche le zone interne di Campania e foggiano, vedranno picchi di temperatura anche maggiori di quelli riportati in precedenza, con punte fino a +36/+37°C, almeno stando alle emissioni del modello europeo DWD.

  • L’Anticiclone afro-azzorriano, perché il caldo dei prossimi giorni sarà piuttosto gradevole

    La tipica caratteristica dell’Anticiclone afro-azzorriano, indipendentemente da dove provenga l’apporto d’aria maggiore, se dalle Isole Azzorre o dall’area sub-sahariana, è quella di portare temperature notturne relativamente più gradevoli. Questo è possibile in questo caso anche grazie al minor irraggiamento solare diurno, con le giornate che si stanno vistosamente accorciando con l’avanzare dei giorni. Inoltre, tendenzialmente una rimonta anticiclonica afro-azzorriana apporta al suolo anche tassi di umidità minori di quelli che porterebbe una massa d’aria pesante come quella puramente africana.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Vi invitiamo, come sempre, a seguire tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia e sulla Lombardia sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.