Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 13 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – Nuova SFURIATA INVERNALE in arrivo con NEVE a BASSA QUOTA, i dettagli

METEO - In arrivo un nuovo ATTACCO ARTICO pochi giorni quello che sta attualmente interessando l'ITALIA, con NEVE a BASSA QUOTA, tutti i dettagli

Nuovo attacco artico in arrivo per inizio di aprile
Nuovo attacco artico in arrivo per inizio di aprile
1 di 2
  • Instabilità al centro-sud con neve a quote basse, ma in rialzo nelle prossime ore

    Nella giornata odierna il maltempo ha interessato e sta tutt’ora interessando molte delle regioni centro-meridionali del Paese, con il freddo che ancora resiste e con la neve dunque che cade a quote molto basse intorno ai 300/400 metri sulle regioni centrali adriatiche sui 500/700 metri sull’Appennino meridionale. Nelle prossime ore il moto ciclonico della perturbazione afro-mediterranea presente su latitudini più meridionali attiverà correnti di scirocco sulle regioni centro-meridionali con conseguente rialzo delle temperature e della quota neve stessa.

    Domani altro maltempo in arrivo

    L’azione della perturbazione afro-mediterranea continuerà a produrre i suoi effetti nella giornata di domani giovedì 26 marzo, con il conseguente rialzo progressivo delle temperature e della quota neve, così come scritto in precedenza. Nelle prime ore della notte e della mattina la neve continuerà a cadere intorno ai 300/400 metri sulle regioni centrali adriatiche e su alcune aree della bassa Toscana, in successivo progressivo rialzo. Piogge e temporali sono attesi in molte aree del centro-sud, localmente a carattere di nubifragio sulla Calabria jonica.  La neve arriverà a toccare quote di 1400/1500 metri entro serata sul medio versante adriatico.

    Nuovo attacco artico in arrivo per gli inizi di aprile

    Inizio di aprile shock con l’arrivo del freddo?

    Abbiamo già scritto qualche riga ieri in merito e i principali centri di calcolo nella giornata odierna sembrano mostrare conferme. Il modello europeo UKMO e quello inglese ECMWF sembrano aver tracciato la strada: ora tutti i principali centri di calcolo tendono verso una nuova ondata di freddo di origine anche questa volta artico continentale che metterebbe nel mirino l’Italia proprio tra la fine di marzo e gli inizi di aprile. Ciò porterebbe effetti molto simili all’ondata che tutt’ora sta interessando la nostra Penisola, vediamo quali nello specifico.

  • Neve a bassa quota sul versante adriatico?

    Se non avessimo il calendario a portata di mano e se ci potessimo basare sulle sole uscite modellistiche dei principali centri di calcolo tutto diremmo al di fuori che siamo ormai addentrandoci nella primavera, anzi: sembra proprio iniziare l’inverno. A seguito dunque di quest’ondata di freddo artico continentale dovrebbe seguirne un’altra proprio a cavallo tra marzo e aprile. La saccatura, stando alle attuali proiezioni, mostrerebbe una direttrice piuttosto orientale, con neve a bassa quota che interesserebbe ancora una volta il versante adriatico. Data comunque la distanza temporale ancora relativamente ampia, per i dettagli è ancora presto, pertanto vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti sul nostro sito.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: