Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 20 Ottobre
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – perturbazioni atlantiche bloccate dall’anticiclone delle Azzorre, ma fino a quando?

METEO: dopo il maltempo perturbazioni bloccate verso l'Italia dall'anticiclone delle Azzorre in grande spolvero

Blocco delle perturbazioni atlantiche ad opera dell'anticiclone delle Azzorre
Blocco delle perturbazioni atlantiche ad opera dell'anticiclone delle Azzorre, estate settembrina in Italia.
1 di 4
  • Goccia fredda sul Mediterraneo occidentale

    Giornata odierna che vedrà una nuova goccia fredda proveniente dal flusso atlantico tuffarsi nel Mediterraneo. Rispetto a quanto previsto nei giorni scorsi la traiettoria di quest’ultima è stata molto occidentalizzata cosicché transiterà sulle Baleari andando ad approfondire anche un minimo di bassa pressione. Questo vortice mediterraneo sfiorerà appena la nostra Penisola portando condizioni meteo instabili o perturbate solo all’estremo Nord-Ovest e sulle Isole Maggiori. Qui non mancheranno temporali localmente anche intensi e a carattere di nubifragio. Condizioni meteo asciutte sul resto d’Italia con temperature in progressivo aumento.

    Torna l’estate in Italia

    Come già anticipato nei precedenti editoriali, anche oggi non possiamo che confermare l’arrivo dell’estate settembrina in Italia a partire da Giovedì 12. Sul finire della settimana ecco infatti l’anticiclone delle Azzorre in espansione sul’Europa centro-occidentale e sul Mediterraneo con valori di pressione al suolo fino a 1035 hPa tra Francia e Isole Britanniche. Condizioni meteo stabili e soleggiate con temperature in aumento che localmente sulle zone interne del Centro-Sud potrebbero nuovamente superare, seppur di poco, i +30 gradi.

    Condizioni meteo stabili anche in Italia nei prossimi giorni.

    Condizioni meteo stabili anche in Italia nei prossimi giorni.

    Autunno in pausa e perturbazioni atlantiche bloccate

    Anche se siamo appena agli inizi della stagione autunnale, in questo periodo dovremmo assistere ad una generale ripresa delle correnti atlantiche che ondulandosi e abbassandosi di latitudine dovrebbe portare perturbazioni in serie sul Mediterraneo con abbondanti piogge. Nei prossimi giorni invece il vasto anticiclone delle Azzorre che prederà possesso del Mediterraneo si opporrà al flusso atlantico costringendolo a transitare a latitudini più elevate, addirittura tra Groenlandia, Islanda e Scandinavia. Durante il prossimo weekend infatti i massimi dell’anticiclone saranno posizionati tra Isole Britanniche, Francia e Germania dove le condizioni meteo saranno più estive che autunnali.

  • Temperature in aumento, punte oltre i +30 gradi?

    Valori di temperature in media o poco sotto al momento in Italia ma nei prossimi giorni le colonnine di mercurio torneranno a salire. In particolare durante il weekend le temperature dovrebbero riportarsi di qualche grado al di sopra delle medie. Previste anomalie positive fino a 4 gradi specie sulle regioni del Centro-Nord che vedranno anche condizioni meteo stabili e soleggiate. A seguire temperature in aumento anche al Sud con punte fino a 5/6 gradi sopra media non escluse all’inizio della prossima settimana. Tra Sabato e Domenica le temperature potrebbero sfiorare i +30 gradi sulla Pianura Padana mentre potrebbero localmente superarli sulle zone interne di Toscana, Lazio, Campania e Isole Maggiori.

  • Tendenza meteo: scambi meridiani sul lungo periodo?

    Dando uno sguardo ai principali modelli meteo si nota fin sul lungo periodo una generale assenza di precipitazioni. Questo perché buona parte dell’Europa e del Mediterraneo potrebbe finire sotto un robusto e duraturo anticiclone delle Azzorre in grado di deviare il flusso atlantico verso le latitudini più settentrionali. Per l’ultima decade del mese sia il modello GFS che l’europeo ECMWF hanno mostrato con gli ultimi aggiornamenti una serie di scambi meridiani più o meno pronunciati. In particolare l’anticiclone potrebbe salire lungo l’Atlantico mentre aria più fredda scenderebbe verso l’Europa orientale. Una configurazione di questo tipo porterebbe un clima più freddo sull’Italia ma comunque con scarse precipitazioni.

  • Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube!

    Seguite, come sempre, tutti i prossimi aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteo sull’Italia nelle prossime ore e nei prossimi giorni sia sul nostro sito che sul nostro canale Youtube, dove vi invitiamo ad iscrivervi.

1 di 4

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Francesco Cibelli

Sono appassionato di meteorologia da sempre, mi sono laureato in Fisica dell'Atmosfera e meteorologia all'università di Roma Tor Vergata entrando a far parte del team di CentroMeteoItaliano.it nel 2014 come meteorologo. Oltre che elaborare giornalmente previsioni meteo e bollettini mi occupo anche della gestione dei modelli di calcolo per l'atmosfera e per il mare. Sono un amante del freddo, della neve e in generale dei fenomeni più estremi.

SEGUICI SU: