Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 6 Aprile
Scarica la nostra app
Segnala

METEO – SQUILLO INVERNALE grazie ad un AFFONDO ARTICO in arrivo in ITALIA, con NEVE a quote MEDIO-BASSE

METEO - Nuovo SQUILLO INVERNALE in arrivo sull'ITALIA, grazie all'affondo di una saccatura di origine ARTICO MARITTIMA che riporterà la NEVE a quote MEDIO-BASSE, i dettagli

Torna la neve sul versante adriatico a quote medio-basse
1 di 2
  • L’Alta pressione porta i suoi effetti sulla nostra Penisola

    Come spesso è accaduto durante quest’inverno, l’Anticiclone è nuovamente tornato a fare visita non solo dell’Italia, ma anche del Mediterraneo centro-occidentale, dove sta apportando in queste condizioni meteo di generale stabilità, fatta qualche locale eccezione sulla Liguria, alle prese con deboli pioviggine intermittenti. Tutto ciò è inserito in un contesto di clima tutt’altro che invernale, con le temperature che ovunque superano la media del periodo.

    Anticiclone fino a metà della prossima settimana

    L’Alta pressione che sta già portando i suoi effetti sulla stragrande maggioranza del territorio nazionale, avvolgerà la nostra Penisola fino alla giornata di mercoledì 19 febbraio. Tuttavia, un’improvvisa oscillazione della corrente a getto, abbasserà il fronte polare sull’Italia settentrionale: ciò, nonostante sul Bel Paese si risenta in prevalenza delle correnti anticicloniche, porterà però del maltempo su alcune zone dello stivale, vediamo quali.

    Tra GFS e ECMWF la spunta ECMWF: rialzata leggermente la quota neve prevista, diminuite le precipitazioni

    Neve a quote medio-basse in arrivo sul versante adriatico, immagine di repertorio fonte ANSA.

    Gli ultimi aggiornamenti dei principali centri di calcolo denotano un vincitore: fino alla giornata di ieri le evoluzioni si dimostravano ancora discordanti, al punto che il modello inglese ECMWF vedeva qualche nevicata sul versante adriatico a quote intorno i 700/800 metri, mentre il modello americano GFS si mostrava più foriero di precipitazioni grazie ad un maggior ingresso del freddo, con la neve che difatti sarebbe caduta sui 500/600 metri.

  • Calano comunque le temperature su valori più in linea col periodo

    Dunque a spuntarla è il modello inglese ECMWF: tra la notte di mercoledì 19 e giovedì 20 febbraio la neve cadrà sul versante adriatico centrale a partire dai 700/800 metri di quota. I fenomeni saranno comunque perlopiù deboli così come gli accumuli attesi. Nonostante un simile cambiamento in peggio (in termini di freddo) il calo delle temperature che ne verrà associato sarà comunque sensibile. Le temperature torneranno infatti ad aggirarsi su valori più consoni al periodo che stiamo vivendo, differentemente da questi giorni in cui esse risultano anche di alcuni gradi sopra la media di riferimento.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: