NanoPress

Nebbia determina un tamponamento a catena che coinvolge otre 40 veicoli ad Abu Dhabi

Pubblicato da Alessandro Allegrucci

Segnala
  • Nebbia determina un tamponamento a catena che coinvolge otre 40 veicoli ad Abu Dhabi. Molti i disagi

    Nebbia determina un tamponamento a catena che coinvolge otre 40 veicoli ad Abu Dhabi. Molti i disagi

    Nebbia determina un tamponamento a catena che coinvolge otre 40 veicoli ad Abu Dhabi. – Maxi tamponamento qualche giorno fa si è verificato ad Abu Dhabi, lungo la E31 che collega la città a Dubai. La fitta nebbia ha provocato un incidente a catena, coinvolgendo 44 veicoli e provocando il ferimento di oltre 20 persone. Le persone spaventate sono uscite dalle proprie vetture per rifugiarsi oltre il guardrail, ma alcune di loro sono state poi travolte da un camion, causa scarsissima visibilità. In queste giornate di nebbia, che sembra non voler abbandonare la città, la polizia di Abu Dhabi ha diramato diverse allerte ai guidatori per indurli alla prudenza. La situazione dovrebbe migliorare nel corso dei prossimi giorni. […]

  • Non è certo la prima volta che una nebbia cosi fitta colpisce la città, è un fenomeno abbastanza frequente, massima attenzione dunque sulle strade. Nei prossimi giorni gradualmente la situazione dovrebbe tornare alla normalità sulla città di Abu Dhabi. […]

  • A cura di Alessandro Allegrucci

Iscriviti alla nostra newsletter

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia ed un breve master. Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter