NanoPress

Neve in Algeria: interi paesi sommersi, situazione difficile

Pubblicato da Alessandro Allegrucci

Segnala
  • Neve in Algeria: interi paesi sommersi, maltempo in gran parte del Paese

    Neve in Algeria: piogge, venti e forti nevicate. Fonte: lettera43

    Neve in Algeria: maltempo e freddo nel Paese, numerosi disagi

    Maltempo, freddo e neve che hanno raggiunto anche la parte settentrionale dell’Africa, creando numerosi problemi in montagna, dove le nevicate sono risultate piuttosto abbondanti. In Algeria in particolar modo, è stato dispiegato l’esercito per liberare dall’isolamento i dipartimenti del Paese che sono stati completamente “sepolti” dalla neve a seguito delle abbondanti precipitazioni negli ultimi due giorni: lo ha reso noto il Ministero della Difesa. Precipitazioni abbondanti hanno interessato gran parte del Paese e parte della Tunisia, soprattutto quella settentrionale e interna, con neve anche sotto i 1000 metri di quota.

    Polizia algerina in aiuto

    Il capo di Stato maggiore “ha ordinato all’esercito di intervenire immediatamente per aprire le strade e aiutare le persone intrappolate dalla neve“. Moltissime le situazioni di paesi completamente sommersi, già alla quota di 1000 metri, dove la neve ha superato anche il mezzo metro. La polizia algerina ha spiegato che la neve ha causato la chiusura di diverse strade e colpito diversi comuni. Quelli maggiormente interessati sono stati Souk Ahras, Guelma, Costantino, Mila Setif, Bordj Bou Arreridj, Batna, Khabchla, Tabessa, Oum El Bouaghi, Jijel, Bejaia (est), Bouira, Tizi Ouzou e Boumerdes. Adesso però la situazione è prevista in miglioramento e le temperature sembrerebbero essere in graduale rialzo.

  • Numerose le ondate di maltempo nel nord Africa

    Questa forte ondata di maltempo che ha colpito l’Algeria non è la prima del periodo. Il 2018, appena concluso, è stato ad esempio caratterizzato da numerose precipitazioni nel nord Africa, soprattutto tra Marocco, Algeria e Tunisia, spesso anche alluvionali, come successo nei mesi autunnali. L’inizio del 2019 non sembra voler mostrare grossi cambiamenti, continuano infatti anomalie a livello europeo, con precipitazioni ancora una volta oltre la norma nel basso Mediterraneo e nel nord dell’Africa e  scarse nel nord Italia e centro-ovest dell’Europa.

    Cambiamenti dalla prossima settimana?

    Cambiamenti potrebbero intervenire dalla prossima settimana, soprattutto nella parte finale, quando perturbazioni nord-atlantiche dovrebbero cominciare ad interessare anche l’Europa centrale e finalmente il nord dell’Italia, rimasto sinora a secco, portando con se precipitazioni e successivamente anche neve a quote basse. L’evoluzione resta però molto incerta, vista la non perfetta concordanza dei modelli nel medio-lungo termine, quindi vi invitiamo a seguire come sempre tutte le previsioni sul nostro sito meteo e a non perdere i prossimi fondamentali aggiornamenti. 

Iscriviti alla nostra newsletter

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia ed un breve master. Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter