Neve sino a quote molto basse e venti fino a burrasca: la previsione della Protezione Civile per domani mercoledì 13 febbraio

Pubblicato da Alessandro Allegrucci

Segnala
Piogge, temporali e nevicate: domani zone a rischio al sud. Fonte: StrettoWeb
  • Piogge, temporali e nevicate insistono al meridione

    Maltempo anche intenso ha interessato gran parte del centro e del sud dell’Italia tra la giornata di ieri e la mattinata odierna, con piogge, temporali e grandinate soprattutto tra Lazio, Molise, Puglia e Campania, con quota neve che è scesa sino a quote di 500-600 metri. Ancora in queste ore instabilità è presente al meridione, soprattutto tra la Puglia, la Campania e tra bassa Calabria, messinese e catanese, dove insistono rovesci e temporali anche intensi.  Di seguito ecco mostrata infatti la previsione a cura della Protezione Civile proprio per la giornata di domani, mercoledì 13 febbraio 2019. 

    Previsioni della Protezione Civile per domani 11 febbraio 2019

    “Precipitazioni: da isolate a sparse, localmente anche a carattere di breve rovescio, su Puglia centro-meridionale, Basilicata ionica e meridionale, Calabria centro-meridionale e settentrionale ionica e settori ionici e centrali tirrenici della Sicilia, con quantitativi cumulati deboli. Nevicate: al di sopra dei 200-400 m su Puglia centro-meridionale, Basilicata meridionale e Calabria, e dei 400-600 m sui rilievi della Sicilia nord-orientale, con apporti al suolo deboli, localmente moderati sulla Sila. Visibilità: nessun fenomeno significativo. Temperature: minime generalmente basse al Centro-Nord e sulle zone interne del Sud. Venti: da forti a burrasca settentrionali sulle regioni meridionali, con raffiche di burrasca forte su Puglia, settori ionici e Sicilia settentrionale, rinforzi fino a burrasca forte sui crinali appenninici calabresi e rilievi siciliani; forti nord-orientali sul medio versante Adriatico, di burrasca sull’Appennino centrale, con raffiche fino a burrasca forte sui crinali. Mari: agitati l’Adriatico meridionale e lo Ionio, fino a molto agitato quest’ultimo al largo; molto mossi il Tirreno meridionale, il Tirreno centrale al largo, l’Adriatico centrale e lo Stretto di Sicilia, fino ad agitato quest’ultimo al largo”.

  • Settimana fredda e localmente instabile

    Le temperature cominceranno a scendere e nei fenomeni più intensi attesi nelle prossime ore all’estremo sud Italia, non è escluso che possano verificarsi nevicate sino a quote medio-basse o fenomeni di neve tonda sino in pianura. Il tempo migliorerà poi tra serata e notte ma non in maniera definitiva, infatti le estreme regioni meridionali, saranno interessate ancora da forti venti, fino a burrasca, che acuiranno sensibilmente la sensazione di freddo. Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia nel corso dei prossimi giorni vedranno ancora locale instabilità e temperature basse, anche al di sotto della media stagionale, soprattutto in Puglia, più vicina alla massa d’aria fredda che stazionerà sui Balcani, in particolare tra Albania, Macedonia, Grecia, Ungheria e Turchia. Proprio sui Balcani tornerà la neve, sino a quote pianeggianti e dopo una lunga pausa, almeno qui, l’inverno sta tornando a fare sul serio. Nel frattempo, per ulteriori dettagli, come sempre vi ricordiamo che potete rimanere costantemente aggiornati sul nostro sito meteo e potete anche seguirci ed ovviamente iscrivervi sul nostro canale youtube.

     

Iscriviti alla nostra newsletter

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter