Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 21 Maggio
Scarica la nostra app
Segnala

PREVISIONI METEO – INFURIA il FREDDO ARTICO in ITALIA, in arrivo NEVE a BASSISSIMA QUOTA, i dettagli

PREVISIONI METEO - Gli effetti dell'ONDATA di FREDDO ARTICO non finiscono questo pomeriggio: in arrivo in nottata NEVE a BASSISSIMA QUOTA, ecco dove

Neve, immagine di repertorio fonte ANSA.
1 di 3
  • Tornano scenari invernali sull’Italia

    Nella giornata odierna e già a partire per la verità dalla serata di ieri, gli scenari invernali hanno ripreso il possesso della nostra Penisola, dopo esattamente una settimana dalla precedente ondata fredda: essa aveva in quel caso riportato la neve fino in pianura e sulle coste del medio-basso versante adriatico, mentre in questo caso il nucleo gelido è rimasto confinato oltralpe e non è riuscito a riportare nevicate fino a quote pianeggianti, come vedremo.

    Questa volta il nord più interessato

    L’ondata di freddo che sta sferzando sull’Italia presenta esattamente la stessa matrice dell’ondata di una settimana fa: ciò non significa che però apporta gli stessi effetti, anzi. Le regioni settentrionali questa volta appaiono nettamente più interessate non solo dal crollo delle temperature, ma anche da quello relativo alla quota neve: essa nel corso della mattinata odierna si è infatti attestata intorno ai 300/400 metri.

    Nevicate a tratti intense in arrivo in Appennino, maltempo sparso sull’Italia

    L’azione dell’ondata di freddo di origine artico continentale si sposterà e si sta già spostando verso meridione, interessando nelle prossime ore e con l’avanzare della serata non solo la dorsale appenninica centrale, ma anche le colline abruzzesi. La quota neve si abbasserà infatti fino a toccare i 500/600 metri, ma il peggioramento non porta solo neve: piogge saranno attese nel resto della serata su basso Lazio, Campania e medio-basso versante adriatico, eccezion fatta per la Puglia centro-meridionale, almeno entro la mezzanotte.

  • Prima parte di giornata molto instabile quella di domani

    La giornata di domani che contrassegnerà anche l’inizio del mese di aprile, risulterà particolarmente instabile soprattutto nella prima parte. La perturbazione infatti transita verso meridione interessando praticamente tutte le regioni meridionali, con un minor interessamento da parte della Sicilia, se non per qualche piovasco nel corso della mattinata tra agrigentino e ragusano. Accumuli comunque attesi generalmente deboli e solo puntualmente moderati. Non solo pioggia, ma anche neve a quote bassissime al sud, vediamo dove

  • Neve fin sui 300/400 metri in Campania

    Non sarebbe un peggioramento invernale anche per il sud Italia, se la quota neve fosse prevista alle stelle: nonostante infatti le temperature massime nella giornata odierna siano diffusamente oltre i +10°C anche nelle zone interne della Campania, esse vedranno un deciso crollo termico nel corso della notte che porterà la quota neve a toccare i 300/400 metri. Le nevicate a tratti potrebbero essere anche intense, ma le precipitazioni saranno già in esaurimento nel corso delle prime ore della mattina di domani mercoledì 1° aprile, con accumuli dunque deboli.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Salvatore Russo

Sono un appassionato di meteorologia fin da quando ero poco più che un bambino, diplomato al Liceo Scientifico nel 2017 sto affrontando gli studi di Ingegneria Informatica all'Università di Roma Tre. Durante questi anni ho gestito diverse pagine Facebook riguardanti la meteorologia, facendo inoltre l'articolista a livello amatoriale di un portale meteo. Sono amante del clima mite, ma vado pazzo per i fenomeni estremi e per la neve, principale causa della mia passione.

SEGUICI SU: