NanoPress

Previsioni Meteo Primavera 2018, tutte le tendenze sempre aggiornate

Tendenza meteo sulla primavera 2018 che potrebbe risultare poco più calda e con piovosità nella norma.

Vediamo di analizzare e aggiornare una tendenza meteo sulla prossima stagione: la primavera 2018. Dando uno sguardo ai principiali modelli climatici e gli indici teleconnettivi, la Primavera 2018 potrebbe essere contraddistinta da anomalie di geopotenziale negative sull’Atlantico settentrionale e sul Mediterraneo orientale, mentre potrebbero essere positive sul medio Atlantico e su parte dell’Europa occidentale. La fase della NAO, pertanto, potrebbe mantenersi attorno valori neutri, o lievemente positivi anche nel corso dei mesi primaverili, determinando il transito delle umide correnti oceaniche verso l’est Europa e a tratti sul Mediterraneo.

Tendenza meteo Primavera 2018 - cpc.ncep.noaa.gov

Tendenza meteo Primavera 2018 – cpc.ncep.noaa.gov

Aggiornamento del 19 gennaio 2018 – Mese di marzo 2018 che potrebbe far registrare anomalie di geopotenziale negative sulla Gran Bretagna e sull’Atlantico centro-settentrionale, mentre sul resto del continente probabili anomalie positive sull’Europa orientale. Stanti tali anomalie di pressione previste, una figura anticiclonica potrebbe dominare gran parte del mese di marzo sull’Atlantico meridionale allungandosi occasionalmente però verso le latitudini più alte. Di conseguenza saranno frequenti le fasi cicloniche sulle nazioni centro-occidentali e sul bacino del Mediterraneo almeno nella prima parte di Marzo, mentre un flusso meridionale potrebbe prevalere sul comparto balcanico, Egeo, Penisola Anatolica e, a tratti, anche sull’Italia.

Fase centrale della primavera con il mese di Aprile 2018, quando le temperature tenderanno ad aumentare su tutte le Regioni portandosi in media attorno ai 18-20°C, e fino ai 22-24°C sulle Isole Maggiori. Aprile potrebbe essere caratterizzato da fasi anticicloniche con temperature al di sopra specie nella prima parte del mese, complice un anticiclone delle Azzorre molto attivo e invadente verso l’Europa. Attività dell’Atlantico più attiva nella seconda parte del mese che potrebbe vedere una piovosità maggiore e temperature intorno alle medie o anche sotto in caso di masse d’aria più fredda con direttrice più settentrionale. Non sono comunque escluse ondate calde di stampo prefrontale, con massime fino a +25/28°C. Temperature che potrebbero risultare nel complesso in media o al di sopra su tutta la Penisola, complice le ondate calde prefrontali.

Mese di Maggio 2018, che ci proietterà gradualmente verso la stagione estiva, potrebbe essere caratterizzato da un clima decisamente mite per le prime fasi anticicloniche durature di stagione, più frequenti nella prima metà. Di conseguenze le precipitazioni e le fasi instabili risulteranno decisamente poco frequenti, specie al Centro-Sud ed Isole, salvo occasionali episodi piovosi per infiltrazioni umide oceaniche soprattutto sulle regioni settentrionali.

 

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter