Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 19 Novembre
Scarica la nostra app
Segnala

Celiachia, le diagnosi sono triplicate: 400.000 italiani non sanno di avere la malattia

Celiachia, i sintomi vengono riconosciuti più velocemente, ma il presidente Aic punta il dito sui malati inconsapevoli

Celiachia, da malattia rara a malattia cronica, foto: MBenessere
1 di 3
  • Celiachia, da malattia rara a malattia cronica

    La celiachia non era conosciuta fino a quaranta anni fa. La diagnosi di un caso del genere poteva essere effettuata anche dopo qualche anno ed i casi riconosciuti erano circa 1 su mille. Ai giorni nostri la situazione è cambiata radicalmente, indatti le diagnosi sono triplicate. Viene identificato come celiachia un caso ogni 286. Non è abbastanza però perché 400mila italiani celiaci non sanno ancora di esserlo. E’ l’Associazione Italiana Celiachia (Aic), che punta il dito su questo problema.

    Ora i sintomi vengono riconosciuti velocemente

    Giuseppe Di Fabio, presidente Aic ricorda che quarant’anni fa i pazienti erano costretti a lottare per anni con sintomi che nessuno sapeva riconoscere. Ad esempio c’erano casi di bambini che non crescevano, donne che non riuscivano ad avere figli, persone sottopeso. Oggi, invece, i pazienti con i sintomi classici vengono riconosciuti in maniera molto veloce. Nei bambini a volte la diagnosi arriva anche prima di un anno di vita. Questo vuoe dire poter vivere in modo normale e senza disturbi grazie alla dieta di esclusione, si tratta di prodotti senza glutine presenti non più solo in farmacia ma in abbondanza in tutti i supermercati e nei negozi specializzati per le malattie di questo tipo.

    Il problema della diagnosi

    La diagnosi rappresenta ancora un problema. Solo il 30% dei pazienti risulta diagnosticato rispetto a una popolazione a potenziali 600.000 celiaci. La diagnosi precoce di celiachia è fondamentale. Il celiaco che non sa di esserlo, assume glutine e si espone quindi a possibili problemi anche gravi, spiega Marco Silano, Coordinatore del Comitato Scientifico di Aic.

  • La settimana della Celiachia

    La Settimana della Celiachia, in programma dall’11 al 19 Maggio, è un appuntamento importante proposto da Aic per informare e sensibilizzare i cittadini sulla malattia. Le tante iniziative di informazione non devono distrarre però da un altro obiettivo fondamentale di Aic: far sì che i pazienti vedano garantito il loro diritto alla diagnosi precoce ma anche alla terapia dietetica, spiega Di Fabio

  • Aic promuove un progetto di formazione e aggiornamento

    Un ambizioso progetto di formazione e aggiornamento in tutta Italia è stato promosso da Aic. Soono coinvolti circa 2000 medici di famiglia, pediatri, specialisti e dietisti. E’ necessario per questo garantire la sostenibilità dell’assistenza, creando un modello digitale con buoni elettronici in tutta Italia. Si tratta di un sistema già attivo in 7 regioni, più razionale e più economico, verificando ogni possibilità di riduzione del costo dei prodotti, già in calo negli ultimi anni.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da qualche anno notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti. Mi piace molto praticare sport e seguire anche eventi sportivi sia dal vivo che in tv. Amo leggere, viaggiare, andare a correre. Una vera e propria passione è quella per i fumetti, in particolare colleziono quelli di Tex Willer.

SEGUICI SU: