Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 20 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

Influenza 2019, numeri record: a letto 725 mila persone. Ecco i sintomi, le complicazioni e i rimedi

L'influenza 2019 sta per raggiungere il picco. Nel corso dell'ultima settimana 725.000 italiani sono stati costretti a letto. Ecco sintomi, complicazioni e rimedi

Influenza 2019, numeri record: a letto 725 mila persone. Ecco i sintomi e come prevenirla. Fonte foto: forumsalute.it
1 di 3
  • Influenza, arriva il picco:  la scorsa settimana 725.000 italiani costretti a letto

    I numeri dell’influenza 2019 sono in netto aumento, con il record di ricoveri ospedalieri. Secondo quanto riportato da “Repubblica.it“, solamente nel corso della scorsa settimana, il virus ha costretto a letto ben 725.000 italiani, con 3,6 milioni di persone che si sono ammalate da inizio stagione. Stando ai dati aggiornati dal bollettino di sorveglianza epidemiologica “Influnet” – curati dall’Istituto Superiore di Sanità – ci si sta avvicinando a quello che sarà il picco epidemico stagionale.

    Influenza, 39 morti da ottobre

    Secondo i dati di “FluNews-Italia“, riportati da “Repubblica.it”, dallo scorso mese di ottobre sono 39 le persone che hanno perso la vita a causa dell’influenza, 191 sono state ricoverate in terapia intensiva, tra le quali anche 4 donne in gravidanza. Se andiamo a considerare i casi di decesso, questi ultimi hanno riguardato persone che avevano un’età pari o superiore ai 50 anni, con l’84% che non si era vaccinato. Nel 77% dei casi gravi e nell’82% dei deceduti, inoltre, vi era almeno una condizione di rischio preesistente (ad esempio tumori, malattie cardiovascolari, obesità etc).

  • Influenza, ecco i sintomi

    Soffermandoci sui sintomi che di solito si riscontrano quando ci si ammala di influenza, secondo quanto riportato dall’Huffingtonpost.it, nel caso in cui il paziente non presenti complicazioni particolari, gli stessi possono durare una settimana o poco più. I sintomi principali dell’influenza sono i seguenti: innanzitutto la febbre che può raggiungere anche le temperature di 39-40 gradi. Oltre alla febbre, poi, vi sono i classici dolori alle ossa e ai muscoli. Altri sintomi che si riscontrano in presenza di uno stato influenzale sono il mal di testa, la tosse e le secrezioni nasali. In alcuni casi, inoltre, vi è la possibilità che vi sia anche dolore agli occhi, oppure fastidi legati all’esposizione alla luce. Infine, altri sintomi tipici dell’influenza sono l’inappetenza ed un senso generale di malessere.

    Influenza, attenzione alle complicazioni

    In alcuni casi, secondo quanto scrive il Prof. Puglisi sull’Huffingtonpost.it, l’influenza può finire per comportare anche delle complicazioni respiratorie gravi. In tal senso, i soggetti esposti ai maggiori rischi sono le donne che stanno affrontando una gravidanza, i bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 5 mesi, le persone anziane, oltre a quei pazienti che presentano un quadro clinico caratterizzato da malattie croniche e gli immunodepressi. Dunque, tra le complicazioni più comuni vi sono quelle respiratorie e tra queste non si può fare a meno di citare la polmonite. Quest’ultima nei casi meno gravi prende il nome di “polmonite virale primaria”, mentre in quelli più gravi, si definisce “polmonite secondaria”. In questo secondo caso l’infezione dovuta all’influenza è complicata ulteriormente dall’insorgere di polmoniti batteriche secondarie.

  • I rimedi all’influenza

    A questo punto non ci resta che affrontare il tema relativo ai rimedi per l’influenza. In tal senso, secondo quanto riferito dal Prof. Puglisi all’Huffingtonpost.it, il miglior modo per combattere l’influenza è quello di restare a casa, a riposo e al caldo. Inoltre, si consiglia di bere molta acqua per evitare di disidratarsi. Inoltre, se possibile, si consiglia di non andare a lavoro o a scuola fino a quando non si è totalmente guariti. In alcuni casi per la completa guarigione occorre attendere. In questo periodo il paziente non dovrà consumare alcolici o fumare.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Marco Antonio Tringali

Chitarrista per hobby, coltivo da anni la passione per la scrittura e per i social network. La ricerca della verità, purchè animata da onestà intellettuale, è una delle mie sfide. Scrivo da diversi anni per alcuni siti di informazione che mi danno l'opportunità di dare sfogo alla mia grande passione innata per il giornalismo. Amo scrivere di politica, economia (adoro i testi di Stigliz e i saggi di Rampini), salute, attualità e sport. Spero di poterne fare un mestiere in grado di darmi stabilità e certezze. L'idea che ho della vita la condenso in una metafora tratta dal volley: se la vita ti pone davanti ad un muro, affrontalo con le mani alzate...