Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Domenica 7 Giugno
Scarica la nostra app
Segnala

Influenza, circa 250mila italiani a letto: sintomi, cause e rimedi

L'Istituto Superiore di Sanità divulga i primi dati sull'influenza: quasi 250mila persone al letto, oltre 1 milione di casi | Come sconfiggere il virus

influenza
Influenza, sintomi e rimedi - Foto PixaBay
1 di 2
  • Influenza, circa 250mila italiani a letto

    L’influenza continua a farsi sentire in tutta Italia: come riportato da Repubblica.it, il virus stagionale esploso nelle scorse settimane ha finora costretto al letto circa 247mila persone, per un totale di 1 milione 360mila casi in tutta la penisola. E il picco non è ancora arrivato, manca qualche mese all’apice dei contagi influenzali. Ma è il rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità a fare chiarezza sui numeri dell’influenza 2019 e sulle regioni più colpite.

    I dati sull’influenza

    L’impennata di casi influenzali, secondo i dati dei bollettini di sorveglianza epidemiologica Influnet e FluNews Italia, è avvenuta tra il 16 e il 22 dicembre, periodo in cui le temperature sono calate drasticamente in tutta Italia. Le regioni più colpite dall’influenza sono state Valle d’Aosta, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Marche e Abruzzo, dunque gran parte del centro-nord. E non sono mancate le vittime: sei persone con influenza, infatti, sono state ricoverate in terapia intensiva per infezioni respiratorie acute e due di queste sono morte.

    I soggetti più a rischio

    Da tenere particolarmente d’occhio per questa “prima “scarica di influenza 2019 sono gli over 65: le persone più in là con l’età, infatti, sono quelle che rischiano maggiormente complicazioni derivate dai sintomi influenzali. Attenzione anche a chi soffre di patologie cardiache o respiratorie: una “semplice” influenza può sfociare in qualcosa di più complesso. E un occhio di riguardo per i neonati e i bambini più piccoli.

  • Influenza, quali sono i sintomi?

    L’influenza è una malattia respiratoria stagionale molto contagiosa, che colpisce principalmente tra dicembre e marzo con un picco a febbraio. Ogni anno, comunque, l’impatto è diverso: se quest’anno si può già parlare di epidemia, altri inverni l’influenza colpisce più o meno persone, in alcuni casi mettendo a letto milioni di italiani con complicanze anche gravi. L’influenza è causata da un’infezione delle vie aeree da parte di virus influenzali: generalmente dura 3-5 giorni ma lo stato di affaticamento può prolungarsi per un periodo più esteso.

    Influenza, consigli e rimedi

    I sintomi dell’influenza sono simili a quelli del raffreddore ma spesso più marcati e compaiono più bruscamente: congestione nasale, irritazione della gola, starnuti frequenti ma anche difficoltà respiratorie, mal di testa, tosse e febbre, dolori muscolari e articolari, affaticamento, debolezza. Le raccomandazioni per evitare l’influenza, riportate sul sito del Governo, sono le seguenti: evitare luoghi affollati e manifestazioni di massa, lavare regolarmente e frequentemente le mani con acqua e sapone, evitare di portare le mani non pulite a contatto con occhi, naso e bocca, coprire la bocca e il naso con un fazzoletto di carta quando si tossisce e starnutisce, aerare regolarmente le stanze dove si soggiorna. Tra i rimedi per prevenire l’influenza, quello più efficace, c’è il vaccino, gratis per alcuni soggetti maggiormente a rischio.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Ho iniziato a svolgere questa attività dal 2011 ed ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti. Il mio motto è: “Solo chi è abbastanza folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero”.

SEGUICI SU: