Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 24 Febbraio
Scarica la nostra app
Segnala

Influenza, più di due milioni di italiani a letto e 5 rischiano di ammalarsi, ecco quando il picco – Sintomi e cure, come affrontarla al meglio

Influenza, più di due milioni di italiani a letto e 5 rischiano di ammalarsi, ecco quando il picco - Sintomi e cure, come affrontarla al meglio

influenza
Influenza, sintomi e rimedi - Foto PixaBay
1 di 2
  • Influenza, più di due milioni di italiani a letto e 5 rischiano di ammalarsi – Sintomi e cure, come affrontarla al meglio

    L’Italia è alle prese con l’influenza. Negli ultimi tre mesi, sono circa due milioni gli italiani costretti a letto e 5 rischiano di ammalarsi, come riporta ilfaroonline.it. Il picco dell’influenza ancora non è arrivato. L’influenza sta registrando un brusco aumento dei casi durante la scorsa settimana, come riporta il bollettino settimanale InfluNet, redatto dall’Istituto Superiore di Sanità. Nei primi quindici giorni del 2020 si sono registrati 374mila nuovi contagi.

    Più colpiti i bambini sotto i 5 anni

    Secondo gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità l’andamento del virus influenzale è simile a quello della scorsa stagione. I bambini al di sotto dei 5 anni sono i più colpiti dal virus influenzale. Secondo le previsioni degli esperti il picco arriverà a metà febbraio e sembra essere più aggressivo rispetto agli scorsi anni, come riporta ilfaroonline.it

    I sintomi e la durata

    Il Ministero della Salute spiega quali sono i sintomi tipici dell’influenza: “Insorgenza improvvisa di febbre alta, tosse e dolori muscolari. Altri sintomi comuni includono mal di testa, brividi, perdita di appetito, affaticamento e mal di gola. Possono verificarsi anche nausea, vomito e diarrea, specialmente nei bambini. La maggior parte delle persone guarisce in circa dieci giorni, gli anziani e i bambini sono soggetti a maggior rischio di complicanze più gravi

  • Le regole per una pronta guarigione

    Restare a casa ai primi sintomi influenzali; evitare luoghi affollati e coprirsi la bocca se si tossisce o starnutisce; lavarsi spesso le mani. Per combattere la disidratazione è bene introdurre piccole quantità di fluidi più volte al giorno. L’alimentazione può aiutare anche il buon funzionamento del sistema immunitario è utile mangiare frutta e verdura, soprattutto quella ricca di vitamina C.

    Influenza 2020, perché è necessario vaccinarsi

    Il richiamo alla vaccinazione in questa stagione nei soggetti a rischio appare giustificato anche dalle caratteristiche dei virus, infatti due su quattro dei ceppi i cui antigeni sono presenti nel vaccino quadrivalente sono nuovi, quindi anche chi si è protetto o ha fatto l’influenza lo scorso anno non è pronto senza il vaccino nuovo. Sono soggetti a rischio anche i pazienti con malattie renali croniche, come riporta Quotidiano.net

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da qualche anno notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti. Mi piace molto praticare sport e seguire anche eventi sportivi sia dal vivo che in tv. Amo leggere, viaggiare, andare a correre. Una vera e propria passione è quella per i fumetti, in particolare colleziono quelli di Tex Willer.

SEGUICI SU: