Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 20 Settembre
Scarica la nostra app

Ghiacci canadesi al minimo storico: antiche piante emergono a causa dello scioglimento

Ghiacci canadesi al minimo storico: i risultati dello studio lasciano pochi dubbi

Riscaldamento globale: dati preoccupanti arrivano dal Canada. Fonte: viaggieva.it
1 di 3
  • Riscaldamento globale e scioglimento dei ghiacciai

    Il 2018 che si è appena concluso è risultato uno dei tanti anni molto caldi a livello globale, come ormai accade da molto tempo, tanto che secondo la NASA e il NOAA, (National Oceanic and Atmospheric Administration), l’anno scorso è stato caratterizzato da alte temperature tanto che è entrato nella top cinque dei più caldi, dati sicuramente non buoni. Uno dei problemi maggiori è lo scioglimento dei ghiacciai che sembra procedere ad un ritmo impressionante.

    Ghiacci canadesi al minimo storico: ecco cosa emerge da uno studio

    Studi dimostrano che i ghiacciai sull’isola di Baffin, nell’artico canadese, si sono andati riducendo con il riscaldamento globale e lo stanno facendo sempre più con il passare degli anni. Non solo, sciogliendosi hanno portato alla luce antiche piante, rimaste ghiacciate a lungo, non vedevano la luce del Sole da almeno 40 mila anni. E’ questa la conclusione di uno studio appena pubblicato su Nature Communications.

  • La spiegazione del climatologo Simon Pendleton

    “L’ultimo secolo di riscaldamento è stato sufficiente per ridurre queste cappe di ghiaccio a dimensioni mai avute nel corso degli ultimi 115.000 anni”, spiega Simon Pendleton, climatologo della University of Colorado, Boulder e primo autore della ricerca. Il ghiaccio di Baffin e quello della Groenlandia se nel corso del tempo tenderanno a sciogliersi in maniera ancora più netta, saranno in grado di alzare il mare si oltre sei metri, uno scenario quasi catastrofico.

    Guardare al passato per comprendere il futuro

    I ghiacci di queste zone sono sottoposti a forze simili e pertanto è essenziale capire come hanno reagito i ghiacci in questi due posti alle fasi calde che si sono avute nel passato, per capire poi come potrebbero reagire in futuro nei confronti di un riscaldamento globale sempre più forte.

  • L’intero pianeta si scalda

    L’intero Pianeta si è andato scaldando da quando, a partire dalla rivoluzione industriale, gli esseri umani hanno iniziato a produrre gas serra, “avvelenando” l’atmosfera. Le conseguenze sono diverse però da zona in zona e esistono delle aree che tendono a scaldarsi maggiormente come ad esempio l’Artico, che ha visto un aumento termico superiore rispetto ad altre zone del Pianeta.

    (Fonte: nationalgeographic.it)

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.