Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 25 Gennaio
Scarica la nostra app

iPhone sarà del tutto wireless: ecco da quando | Via anche l’uscita di ricarica

Apple ha deciso: addio all'uscita di ricarica della batteria e sistema interamente wireless

iphone wireless
epa07855376 A customer looks on an iPhones 11 Pro Max at the Apple Store during the start of sales of the iPhone 11, iPhone 11 Pro, and Apple Watch Series 5 at the Apple Store in Frankfurt Main, Germany, 20 September 2019. EPA/ARMANDO BABANI
1 di 3
  • iPhone sarà del tutto wireless: via anche il cavo di ricarica

    Saranno iPhone completamente wireless quelli che vedranno la luce nei prossimi mesi: Apple infatti, come fa sapere l’esperto analista Ming-Chi Kuo, avrebbe deciso di rimuovere tutte le porte fisiche dai suoi melafonini e affidarsi unicamente ai sistemi senza fili bluetooth. E così, dopo l’uscita cuffie, a sparire sarebbe un altro pezzo finora insostituibile (o quasi).

    Addio al cavo di ricarica lightning

    Il prossimo elemento di iPhone ad essere eliminato, dunque, sarà l’uscita per la ricarica della batteria: il colosso di Cupertino, spiega Ming Chi-Kuo, ha intenzione di lanciare presto degli smartphone con ricarica esclusivamente wireless. Non dovrebbe avvenire dunque lo switch tra l’uscita di ricarica classica e l’USB-C Type, con i prossimi iPhone che non avranno più fori e potranno essere ricaricati solo da un apposito sistema wireless.

    Da quando?

    Questo rivoluzionario cambiamento, aggiunge Ming Chi-Kuo e riporta HwUpgrade.it, dovrebbe avvenire a partire dal 2021: l’analista asiatico ha infatti spiegato che tra due anni Apple rilascerà il suo primo smartphone interamente wireless, top di una gamma di un modello ancora misterioso. Ce la fate ad aspettare fino al 2021?

  • iPhone 12, nel 2020 Apple lancerà 4 melafonini (tutti con 5G): le caratteristiche

    Apple non lascia ma rilancia: nel 2020, infatti, il colosso di Cupertino dovrebbe lanciare ben 4 nuovi iPhone, tutti dotati di connettività 5G. È quanto si legge su Hwupgrade.it, che riporta indiscrezioni lanciate dagli analisti di JP Morgan.

    iPhone 2020, quali differenze tra i 4 smartphone?

    Secondo gli analisti di JP Morgan, Apple è già al lavoro per proporre ben quattro diverse configurazioni dell’iPhone nel 2020: a differenziarle saranno le dimensioni del display ma anche la presenza o meno di una fotocamera con sensore 3D ToF (e non solo).

    iPhone 12, 5G su tutti i modelli

    La vera grande novità, però, sarà la presenza del modulo 5G su tutti i nuovi iPhone, in modo da poter navigare con la nuova infrastruttura in allestimento ormai da alcuni anni. Quest’anno, lo ricordiamo, i modelli lanciati sono stati tre: iPhone 11 Pro e Pro Max con display da 5.8 e 6.5 pollici e iPhone 11 con display LCD da 6.1 pollici.

  • iPhone 2020, le dimensioni dei display

    Quattro, quindi, gli iPhone del 2020, che dovrebbero chiamarsi almeno di “base” iPhone 12: secondo le indiscrezioni, potrebbero esserci due modelli classici da 5.4 e 6.7 pollici, ai quali si andrebbero ad affiancare altri due melafonini, entrambi con display da 6.1 pollici.

    iPhone 12, i quattro melafonini e le loro differenze nel dettaglio

    Tutto chiaro? Non ancora, probabilmente. iPhone 12 dovrebbe avere la doppia misura del display da 5.4 e 6.1 pollici con pannello OLED e modulo 5G; iPhone 12 Pro sarà dotato di display OLED da 6.1 pollici, modulo 5G e fotocamera 3D ToF. Infine, l’iPhone 12 Pro Max dovrebbe avere un display OLED da 6.7 pollici, 5G e fotocamera 3D.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Ho iniziato a svolgere questa attività dal 2011 ed ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti. Il mio motto è: “Solo chi è abbastanza folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero”.

SEGUICI SU: