Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 19 Settembre
Scarica la nostra app

WhatsApp, ecco la nuova truffa: allarme tra gli utenti | Di che si tratta

Pericolo per milioni di italiani: su WhatsApp arriva una nuova truffa che coinvolge anche la Vodafone

whatsapp vodafone
WhatsApp, la nuova truffa Vodafone: ecco di che si tratta - Foto TuttoTech
1 di 2
  • WhatsApp e la nuova truffa Vodafone

    Ogni giorno su WhatsApp, la social app più utilizzata dagli italiani, si diffondono pericolose truffe che mettono a repentaglio il portafogli e la serenità di milioni di persone. La truffa che si è diffusa nelle ultime ore riguarda la Vodafone, il colosso della telefonia mobile e fissa che vanta circa 50 milioni di abbonati solo in Italia. In parole povere, con un semplice messaggio si invita a cambiare gestore, in virtù di offerte più convenienti. Ma l’inganno è dietro l’angolo. Di che si tratta? Scopriamolo insieme.

    In cosa consiste la truffa

    Riceverete un messaggio da parte di un presunto operatore Vodafone, il quale vi informerà che è in corso una verifica sulla vostra linea telefonica. Per attivare il controllo vi chiederà fotocopia o scansione di carta di identità e un documento a scelta tra patente e passaporto. Poco dopo l’operatore call center vi farà sapere che la vostra tariffa aumenterà di 10 o 15 euro a causa di decisioni aziendali e, clamorosamente, vi proporrà di cambiare operatore in favore di offerte più convenienti. A quel punto vi chiederà di autorizzare l’intervento di un tecnico. Il tutto sempre e solo tramite messaggi WhatsApp. Se acconsentirete all’intervento potreste ritrovarvi il conto in rosso e addebitamenti indesiderati. La truffa è stata smascherata dalla Polizia Postale che, attraverso il suo profilo Facebook, ha lanciato l’allarme truffa. L’azienda Vodafone, dal canto suo, ha fatto sapere di non essere mai stata al corrente di queste iniziative e si è dissociata dai messaggi truffaldini. Dunque, fate attenzione al vostro smartphone!

    (Fonte TecnoAndroid.it)

  • WhatsApp-Facebook-Instagram: la chat unificata | Ecco da quando

    WhatsApp-Facebook-Instagram: il trio di social network di proprietà di Mark Zuckerberg è ormai a capo della vita sociale di tutto il mondo. Milioni di persone in ogni angolo del pianeta trascorrono gran parte della giornata su queste tre piattaforme, tra chi li utilizza anche per lavoro e chi dedica loro il suo tempo libero. Le ultime indiscrezioni, inoltre, parlano di una chat unificata tra i tre social network. Ma quanto entrerà in vigore questa rivelazione?

    Quando entrerà in vigore la nuova chat

    Chiariamo innanzitutto di cosa si tratta: le tre app non saranno unificate in tutto e per tutto e continueranno ad essere assolutamente autonome, ma ci saranno delle agevolazioni sulle chat. Ad esempio, chi ha solo WhatsApp e non usa Instagram o Facebook potrà chattare (direttamente da WhatsApp) con chi ha solo Instagram o Facebook e non utilizza WhatsApp. Un modo per tenere ancora più in contatto gli utenti di questi tre app. E, più che altro, una pensata del “boss” Mark Zuckerberg per risollevare Facebook dopo il brusco calo degli ultimi mesi e per aumentare gli introiti pubblicitari. Si vociferava che l’unificazione delle chat potesse entrare in vigore già nel 2019, ma il CEO della maxi azienda che include i tre social ha frenato: la chat unificata, se la criptazione end-to-end e la verifica sui protocolli di sicurezza andranno a buon fine, sarà attiva non prima del 2020.

    (Fonte MobileWorld.it)

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Ho iniziato a svolgere questa attività dal 2011 ed ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti. Il mio motto è: “Solo chi è abbastanza folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero”.