Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Sabato 13 Novembre
Scarica la nostra app

Windows 11 sarà più veloce rispetto al 10: ecco perché

Windows 11 sarà più veloce rispetto al 10: Microsoft spiega il motivo

Windows 11 sarà più veloce rispetto al 10: ecco perché
Windows 11 sarà più veloce rispetto al 10, ecco perché (Foto Youtube)
1 di 2
  • Windows 11 sarà più veloce rispetto al 10, ecco perché

    Windows 11 sarà più veloce e fluido del predecessore Windows 10. Lo ha spiegato Microsoft pubblicando su uno dei suoi canali YouTube un video che illustra nel dettaglio le caratteristiche. Il filmato dura poco più di 12 minuti, come riporta hdblog.it. Vediamo di seguito quali sono le novità più importanti del nuovo sistema operativo che sta per uscire. Leggi anche: WhatsApp, ecco come trasformare i messaggi vocali in testuali: nuova funzionalità in arrivo

    Le novità

    Verrà data priorità alle app e ai processi in primo piano. Se il processore sta eseguendo operazioni intense, il lancio di una nuova applicazione risulterà rapido e fluido. Il carico del processore nel complesso rimane identico. E’ previsto il ripristino istantaneo dallo standby. Microsoft spiega che il tempo di risveglio è ridotto del 25% e il tempo di autenticazione con Windows Hello per business è ridotto fino al 30%. Leggi anche Amazon presenta Omni, ecco la smart tv senza telecomando

    Meno spazio occupato sul disco

    Ci sarà meno spazio occupato sul disco. Microsoft ha introdotto tecnologie di compressione dei file. Verrà utilizzato un principio molto simile a quello dei file on demand di OneDrive per scaricare le app. Capitolo requisiti minimi: il minimo processore supportato è Intel Core di ottava generazione o AMD Ryzen di seconda generazione. Windows 11 è il primo sistema operativo pensato intorno al concetto di Zero Trust. Leggi anche iPhone 13, trapelano colorazioni e tagli di memoria: caratteristiche, data uscita e prezzo

    CONTINUA A LEGGERE

  • I nuovi processori

    È il primo sistema sviluppato esclusivamente a 64 bit e con supporto al firmware UEFI: niente tecnologie legacy come 32 bit e BIOS e questo è un notevole passo avanti in termini di sicurezza. I nuovi processori adottano anche il principio di sviluppo driver DCH, che garantisce maggior stabilità.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da anni notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia