Martedì 25 Giugno
Scarica la nostra app

Forte scossa avvertita all’alba da decine di migliaia di persone. L’epicentro del sisma localizzato nell’Oceano Pacifico

L'European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC) ha registrato una forte scossa di terremoto nell'Oceano Pacifico, vicino a Nuova Caledonia

Forte scossa avvertita all'alba da decine di migliaia di persone. L'epicentro del sisma localizzato in Nuova Caledonia. Fonte foto: ilgiornaledisondrio.it
  • Forte terremoto in Nuova Caledonia

    Esattamente alle 05:23 di oggi, domenica 19 maggio 2019, l’European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC) ha registrato una forte scossa di terremoto di magnitudo 6.3 nel sud del Pacifico, vicino Nuova Caledonia – vale a dire un territorio francese che comprende una dozzina di isole – con ipocentro a 10 chilometri di profondità.

    Terremoto Nuova Caledonia: scossa avvertita da decine di migliaia di persone

    Dunque, questa mattina, alle ore 05:23 (ora italiana), la terra ha tremato in Nuova Caledonia. La scossa di magnitudo 6.3 – secondo quanto riportato dall’European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC) – è stata avvertita a 205 chilometri a est di Tadine (7.500), a 232 chilometri a sud di Isangel (1.500 abitanti), a 360 chilometri a est di Noumea (93.100 abitanti).

    Terremoto nel sud Italia: scossa nelle Isole Eolie

    Soffermandoci, invece, sulla situazione sismica che riguarda l’Italia, questa notte, alle ore 01:28, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato una scossa di terremoto di magnitudo 2.2 nelle Isole Eolie, con ipocentro a 9 chilometri di profondità. In questo caso l’evento sismico è stato localizzato a 65 chilometri a ovest di Messina, a 75 chilometri a ovest di Reggio Calabria, a 86 chilometri a nord-ovest di Acireale e a 96 chilometri a nord di Catania.

  • Doppio terremoto di magnitudo 3.0 avvertito ieri al Centro Italia

    Nella giornata di ieri, sabato 18 maggio 2019, si sono verificate diverse scosse di terremoto in Italia. Alle ore 20:30 e alle 21:35, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato una doppia scossa di terremoto nel centro Italia. La prima, di magnitudo 3.0, si è verificata nel distretto Costa Marchigiana Maceratese (Macerata), con ipocentro a 8 chilometri di profondità. L’evento sismico è stato localizzato a 41 chilometri a sud-est di Ancona, a 84 chilometri a nord di Teramo, a 88 chilometri a sud-est di Fano e a 100 chilometri a sud-est di Pesaro. Alle ore 21:35, invece, l’INGV ha registrato una scossa di terremoto di magnitudo 3.0 a Muccia, in provincia di Macerata, con ipocentro a 8 chilometri di profondità. In questo caso l’evento sismico è stato localizzato a 29 chilometri a est di Foligno, a 53 chilometri a est di Perugia, a 64 chilometri a nord-est di Terni e a 71 chilometri a nord-ovest di Teramo.

    Teramo.

  • Nella serata di ieri sisma anche vicino Napoli

    Nella giornata di ieri, sabato 19 maggio 2019, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato alle ore 23:11 una scossa di terremoto di magnitudo 2.5 a Ottaviano, in provincia di Napoli, con ipocentro a 2 chilometri di profondità. L’evento sismico è stato localizzato a 7 chilometri a est di Portici, a 7 chilometri a nord-est di Torre del Greco, a 7 chilometri a est di Ercolano e a 11 chilometri a nord-ovest di Scafati.

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Nunzio Corrasco

Laureato in Scienze Politiche e giornalista pubblicista, fin dai primi anni di liceo ho sempre coltivato la passione per la scrittura. Ho iniziato a svolgere questa attività dal 2011 ed ho avuto la possibilità di collaborare con diversi siti. Mi sono sempre occupato di scrivere notizie relative a tutto ciò che riguarda l'attualità. Esperto nel settore relativo alla salute e in quello scientifico-tecnologico, appassionato di cronaca meteo, geofisica e terremoti. Il mio motto è: “Solo chi è abbastanza folle da credere di poter cambiare il mondo, lo cambia davvero”.