NanoPress

Scoperta: Piega della crosta terrestre che cresce sotto il mare davanti la Sicilia

Pubblicato da Alessandro Allegrucci

Segnala
  • Scoperta: piega della crosta terrestre che cresce sotto il mare davanti la Sicilia. I risultati

    Scoperta: piega della crosta terrestre che cresce sotto il mare davanti la Sicilia. I risultati

    Scoperta: piega della crosta terrestre che cresce sotto il mare davanti la Sicilia. – Una scoperta realizzata da un gruppo di ricercatori al largo della costa etnea suscita un po’ di stupore anche tra gli stessi esperti.  I docenti Giovanni Barreca e Carmelo Monaco del Dipartimento di Scienze Biologiche Geologiche e Ambientali dell’Università di Catania insieme a un’equipe dell’Università hanno ottenuto diversi risultati. Una “piega” della crosta terrestre sta crescendo sotto il mare di Aci Trezza (CT) in corrispondenza dell’Isola Lachea in maniera molto molto lenta, si tratterebbe di millimetri all’anno. I risultati della ricerca sono stati appena pubblicati su “Geosciences”, la rivista internazionale interdisciplinare di geoscienza, scienza del futuro e della terra del futuro. Sono state, inoltre, identificate numerose faglie e fratture attive. […]

  • Il forte interesse scientifico per l’area marina antistante la provincia catanese è alimentato dal fatto che in questo settore si sono probabilmente originati i più forti terremoti e tsunami della storia italiana. Questa comunque rappresenta un’altra scoperta che potrebbe avere importanti evoluzioni nel captare segnali di movimenti della crosta terrestre e possibili terremoti. […]

  • A cura di Alessandro Allegrucci

Alessandro Allegrucci
alessandro.allegrucci@centrometeoitaliano.it
https://www.facebook.com/alessandro.allegrucci.7

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia ed un breve master. Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter