Giovedì 18 Luglio
Scarica la nostra app

Anche il figlio di Messner a scalare in Pakistan; Urubko tenterà una nuova via sul G2

Anche il figlio di Messner a scalare in Pakistan; Urubko tenterà una nuova via sul G2 L’aggiornamento sugli 8000 pakistani. Anche una spedizione dei Ragni di Lecco.

Simone e Rehinold Messner, Foto sportaktiv.com
  • Anche il figlio di Messner a scalare in Pakistan; Urubko tenterà una nuova via sul G2

    Messner padre e Figlio: Avevamo visto la foto di Rehinold Messner all’aeroporto di Skardu pubblicata da Stefania Troguet un’alpinista spagnola in procinto di tentare la scalata al Nanga Parbat. Il Re degli 8000 è giunto al cospetto delle montagne del Karakorum, per girare, con suo figlio Simon (29 anni, film maker ed alpinista), un documentario sul Nanga Parbat. Ma Simon non si fermerà qui: tenterà l’ascesa anche della difficile Torre di Muztagh, non poco distante dal K2, alta 7256m. Sarà in compagnia di Martin Sieber e Philipp Brugger.

    GASHERBRUM 2

    E’ lungo il cammino per il Campo Base la forte spedizione polacca. Oggi dovrebbero raggiungere Paju e domenica/Lunedi al Campo base del G2. Urubko ha dichiarato che tenterà una nuova via! era difficile immaginarsi che uno come lui, nella stagione estiva, poteva salire su una via già fatta. Questa le sue dichiarazione rilasciate alla giornalista Elena Laletina: L’ obiettivo è scalare un nuovo percorso su Gasherbrum II. ” la linea è nella mia testa da 18 anni. I sogni devono diventare realtà! Non sappiamo se gli altri membri tenteranno questa linea. Confortola aveva dichiarato di fare il versante sud lungo la “banana ridge”. Ecco i partecipanti della spedizione. Bogusław Magrel (responsabile della spedizione), Denis Urubko e la compagna spagnola Maria Pippi Cardell, Jarek Zdanowicz, Tomek Kuczyński, Karim Hayat, Janusz Adamski e l’italiano Marco Confortola. La spedizione termina il 20 di luglio.

    RAGNI DI LECCO

    Tenteranno una nuova vetta inviolata i Ragni di Lecco, Matteo Della Bordella e Maurizio Giordani con altri due maglioni rossi. Nome della montagna ancora in segreto, come tutto il progetto in quanto hanno deciso di non comunicare.

    NANGA PARBAT

    Sono già sulla montagna la cordata russa-italiana composta da Vitaly Lazo, Anton Pugovkin e Carlo Alberto Cimenti. Con loro anche la spedizione francese con gli sci composta da Tiphaine Duperier e Boris Langenstein e una spedizione Georgiana. In arrivo anche la spagnola Stefania Troguet. Qualche problema fisico per CalaCimenti e Pugovikin ma stanno salendo di seguito. I comunicati del piemontese:
    10 giugno
    “oggi ho iniziato l’acclimatamento, insieme ai russi sono salito al c1 e abbiamo lavorato 3 ore per fare una mega piazzola e poi siamo saliti ancora fino a 5200 per fare le prime curve ed è stato fantastico, avrei voluto essere più acclimatato per salire di più ma comunque ero sicuro e veloce lo stesso, vuol dire che il lavoro fatto con Vitalia Salute in questi ultimi due mesi ha funzionato. Sono contento. Ora mangiamo e domani si sale verso c2!”
    11 giugno
    Stamattina i ragazzi hanno dovuto lasciare il C1 e tornare al BC a causa del maltempo
    “La situazione iniziava ad essere pericolosa, troppa neve che continua a scendere. Speravo di avere ancora oggi per salire,come dicevano le previsioni ma niente da fare. Uuuh, sai che la tenda da tre #simond è proprio bella? L’abbiamo lasciata montata e sistemata bene cn tutti i tiranti e ora vediamo se resiste a questi giorni di neve!! 😁
    Qui dopo tutto il giorno che nevica iniziano a scendere un botto di valanghe dappertutto, sento i boati tutto intorno alla tenda 😳” Arrivati al BC Cala ha tentato anche di farsi una doccia “È da quando sono partito da Isalmanad che non mi lavo, puzzo come un caprone 😅”. Alla fine ha deciso che tutto sommato non puzza così tanto e che spogliarsi sotto una bufera non è una buona idea!!

  • K2

    Mike Horn ci risulta abbia iniziato da poco il cammino verso il K2. Dovrebbe esserci anche il Polacco Waldemar Kowalewski già sul K2 questo inverno, e che tenterà con Adamski il G2 questo inverno. Il giapponese Hiroshi Kawasaki e i forti pakistani Ali Musa, Ali Shah e Aziz Baig, invece, formeranno un’altra spedizione e dovrebbero essere nei pressi del Campo base in quanto hanno lasciato Askole il 27 maggio.
    Non sono ancora giunti in pakistan Adrian Ballinger (americano, 43 anni) guida e fondatore di AlpenGlow, che sarà in compagnia della cordata ecuadorena composta da Esteban Topo Mena (il mese scorso ha tentato una nuova via sul versante tibetano dell’Everest in compagnia di Cory Richards), e Carla Perez (Everest nord 2019). Trio veramente molto forte e già acclimatato viste il loro precedente acclimatamento sull’Everest. Fredirik Strang ci sarà per un suo nuovo tentativo, dopo aver rinunciato l’anno passato. Vediamo se si appoggerà ad una spedizione commerciale, si suppone tuttavia che salirà senza ossigeno. Nirmal Purja deve confermare ancora la sua presenza, in quanto gli mancano i fondi necessari.  Ci saranno anche due spedizioni commerciali che dovrebbero essere in marcia: quella di Seven Summit Treks, che avrà una squadra enorme con il modello Everest di basso costo e molti sherpa, e quella di Madison Mountaineering di Garett Madison. In una di queste spedizioni ci sarà la spagnola Lina Quesada Castro.

  • GASHERBRUM 1

    Sull’Hidden Peak la spedizione capitanata dal turco Tunc Findik con Guclu Ozen e Adem Gul sono già a Skardu e pronti ad intraprendere il Trekking verso il campo base; tenteranno la per la via nord giapponese. La cordata Mingote e Mohr come Sophie Lavoud non sono ancora giunti.

    DENALI

    Intanto è alta stagione sul monte Denali in Alaska, La vetta più alta d’america con i sui 6190m. Sono arrivati in cima tra i molti anche i forti spagnoli Bru Busom e Marc Torrales lungo la difficilissima Slovak Direct Line.

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Valerio Fioretti

Sono un fisico, meteo appassionato e meteorologo, scrivo da qualche anno notizie sul web. Sono esperto di argomenti che riguardano sport, calcio, salute, attualità, alpinismo, montagna e terremoti. Mi piace molto praticare sport e seguire anche eventi sportivi sia dal vivo che in tv. Amo leggere, viaggiare, andare a correre. Una vera e propria passione è quella per i fumetti, in particolare colleziono quelli di Tex Willer.

SEGUICI SU: