Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Lunedì 27 Settembre
Scarica la nostra app

Trovato il corpo dell’escursionista scomparso nel nord Italia tre settimane fa. Ecco cos’è successo

Federico Lugato, 39enne residente a Milano, era sparito lo scorso 26 agosto nel corso di un'escursione sulle Dolomiti Bellunesi. I cani molecolari hanno individuato il suo corpo senza vita. L'addio della moglie con un lungo post su Instagram

Trovato il corpo dell’escursionista scomparso nel nord Italia tre settimane fa. Ecco cos’è successo
Trovato il corpo dell'escursionista scomparso nel nord Italia tre settimane fa. Ecco cos'è successo
1 di 3
  • Trovato il corpo senza vita di Federico Lugato: lo hanno individuato i cani molecolari

    È stato ritrovato, dopo diverse settimane di ricerca, il corpo di Federico Lugato, escursionista di cui si erano perse le tracce dal 26 agosto. L’uomo, un 39enne veneziano residente a Milano, era sparito nel corso di un’escursione in solitaria in Val di Zoldo, nelle Dolomiti Bellunesi. A individuare il suo corpo senza vita, nella giornata di ieri, sono stati i cani molecolari. Leggi anche Esplosione devastante al Centro Italia: in frantumi un appartamento, ci sono feriti. Ecco cosa è successo

    La raccolta fondi aperta dalla moglie

    Le operazioni di soccorso erano state sospese agli inizi di settembre, e proprio nella giornata di ieri era previsto un vertice in Prefettura a Belluno per fare il punto della situazioni. La moglie, come riporta TgCom 24, aveva aperto una raccolta fondi su Facebook per non interrompere le ricerche: numerosi soccorritori appartenenti a soccorso alpino, vigili del fuoco e unità cinofili si erano attivati per battere a tappeto la zona anche con l’utilizzo di droni. Leggi anche Incendio in fabbrica al Centro Italia, sostanze tossiche disperse nell’aria: c’è un ferito, cosa è successo

    Le ricerche partite dal gps del cellulare

    Nella giornata di ieri, purtroppo, la drammatica scoperta: il corpo di Federico Lugato, 39 anni, è stato ritrovato senza vita. Non appena ricevuta la notizia, il sindaco di Val di Zoldo Camillo de Pellegrin ha espresso la sua vicinanza alla famiglia. L’escursionista aveva con se una borraccia, un marsupio, i bastoncini da trekking e il cellulare. Proprio dal cellulare erano partite le ricerche, ma il segnale gps del dispositivo non era preciso a causa delle montagne. Leggi anche Terribile schianto dell’autobus carico di passeggeri, morti e feriti in Sudan: soccorsi in azione, i dettagli

    CONTINUA A LEGGERE

  • Il messaggio d’addio della moglie

    Nelle scorse ore Elena Panciera, moglie di Federico Lugato, ha deciso di salutare suo marito con un lungo post su Instagram: “Un amore così grande. Risate, soprattutto. Sempre con le lacrime, che Federico era così, e ci rideva sopra “piangendo”. Facce buffe, incredule, gommose. Sorrisi, carezze, tanti abbracci, anche di tango. Silenzi, quanti silenti, e parole giuste”.

  • “Ci siamo detti il nostro amore ogni giorno”

    “Ne abbiamo fatte di cose insieme, amore mio. Ci siamo detti il nostro amore ogni giorno. Ce lo siamo vissuto. Ce lo siamo viaggiato, mangiato, bevuto, ballato, parlato, raccontato, litigato. E poi abbiamo fatto pace, sempre. Ci siamo scelti, ogni giorno, perché il nostro amore non era scontato. Era voluto, lottato, resistito. Era nostro e di nessun altro. Era unico e strano, come noi. Ciao, mio”, è la conclusione del commuovente messaggio pubblicato da Elena, moglie di Federico.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Biagio Romano

Classe '93, napoletano di nascita, interista di fede. Scrivo sul web da quando avevo 16 anni: prima per hobby, poi per lavoro. Curioso di natura, amo le sfide (soprattutto vincerle). Mi affascinano il mondo dell'informazione e quello della comunicazione.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia