Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Giovedì 17 Dicembre
Scarica la nostra app

Dalla cometa Neowise alla Luna di Sangue, gli eventi astronomici del mese di luglio: come e quando osservarli

Naso all'insù, i fenomeni astronomici che ci regalerà il mese di luglio: la cometa Neowise, l'eclissi di Luna, il passaggio ravvicinato di Marte. Le cose da sapere

Dalla cometa Neowise alla Luna di Sangue, gli eventi astronomici del mese di luglio: come e quando osservarli
La Luna di Sangue, foto Pixabay
1 di 3
  • Dalla cometa Neowise alla Luna di Sangue, gli eventi astronomici del mese di luglio: come e quando osservarli

    Il mese di luglio, iniziato da poco più di una settimana, ci ha già regalato alcuni fenomeni astronomici e diversi altri saranno ancora da ammirare nei prossimi giorni. Si parte dalla cometa Neowise, visibile dal 5 del mese fino ad agosto – anche se non sempre osservabile nel suo massimo splendore – per arrivare, come riporta Repubblica.it, alla cosiddetta Luna di Sangue, ovvero l’eclissi totale di luna più lunga del secolo che si verificherà nella notte tra il 27 e il 28 luglio 2020. Insomma, sarà un mese da trascorrere con il naso all’insù per ammirare questi fenomeni e, magari, provare a fotografarli.

    I dettagli della cometa Neowise

    Partiamo per l’appunto dalla cometa C/2020 F3 Neowise che, come riferisce la NASA, proviene dalle regioni più remote del nostro Sistema solare: il suo passaggio vicino al Sole scioglie il ghiaccio che la ricopre e rende visibile la sua caratteristica scia. Si tratta di uno spettacolo unico a cui si sono preparati anche gli astronauti a bordo della Stazione spaziale internazionale: l’oggetto, secondo quanto emerge dalla firma a infrarossi, sembrerebbe lungo circa 5 chilometri, mentre la sua formazione potrebbe risalire a un periodo compreso tra 4 e 5 miliardi di anni fa, come spiegano gli esperti.

    Quando osservare la cometa Neowise

    La cometa Neowise sarà visibile ad occhio nudo, ma ancora meglio sarà possibile ammirarla se si è dotati di un binocolo o di un telescopio: per osservarla nel suo massimo splendore il consiglio è quello di allontanarsi da ogni possibile fonte di inquinamento luminoso. Sarà possibile ammirare la cometa all’alba, intorno alle 4, fino al 10 luglio, poi la sera tra l’11 e il 13 luglio, poi tra il 14 e il 15 luglio sarà possibile ammirarla dalla sera fino all’alba, mentre dal 23 luglio in poi la sua visibilità andrà a calare e osservarla sarà sempre più difficile, fino all’1 agosto, quando le diremo definitivamente addio. L’ultima cometa visibile ad occhio nudo risale al 1997: in quell’occasione ci fu il passaggio di Hale Bopp.

  • Luna di Sangue, l’eclissi lunare di quasi 4 ore

    Il passaggio di Neowise ma non solo. Nella notte tra il 27 e il 28 luglio, infatti, si verificherà un’eclissi di luna della durata totale di 3 ore e 55 minuti, momenti di penombra compresi: inizio alle 19:14 del 27 luglio, fine alle 1:28 del 28 luglio. Il picco, ovvero l’evento di buio completo, potrà essere osservato dalle 21:30 alle 23:13 del 27 luglio: il nostro satellite naturale, passando attraverso l’ombra della Terra, non rifletterà direttamente la luce del Sole ma si colorerà di un’arancione ruggine o rosso intenso. Per questo motivo l’eclissi in questione è denominata “Luna di Sangue”.

  • Il mese di luglio si chiude con un passaggio ravvicinato di Marte

    L’eclissi di fine luglio sarà così lunga in virtù della posizione della Luna in apogeo, ovvero il punto orbitale più lontano dal nostro pianeta, e dal percorso compiuto dal satellite durante l’evento che si verificherà di nuovo tra oltre un secolo, ovvero nel 2123, come fanno sapere gli esperti. E non è finita: l’ultimo giorno di luglio, infatti, sarà possibile osservare Marte nel punto orbitale più vicino alla Terra, ovvero a 57 milioni di chilometri: si tratta del passaggio più ravvicinato degli ultimi 15 anni. Astronomi ed amatori sono avvisati.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Biagio Romano

Classe '93, napoletano di nascita, interista di fede. Scrivo sul web da quando avevo 16 anni: prima per hobby, poi per lavoro. Curioso di natura, amo le sfide (soprattutto vincerle). Mi affascina il mondo dell'informazione e quello della comunicazione. Tra gli argomenti che seguo con maggiore interesse: tutto ciò che riguardala tv. Reality show, talent show senza tralasciare gossip e altri programmi vari. Seguo molto anche tutto ciò che riguarda la tecnologia e mi occupo di natura e scienza

SEGUICI SU: