Nel dicembre del 2018 una meteora si schiantò sullo stretto di Bering: la rivelazione dal Canada

Pubblicato da Carmine Orlando

Meteorite sulla Terra, ecco cosa successe sullo stretto di Bering nel dicembre del 2018

Segnala
Le immagini del passaggio dell'Asteroide (Foto: Repubblica.it)
  • Un asteroide ha colpito la Terra il 18 dicembre 2018, sprigionando un’energia pari a mille chili di tritolo

    Con notevole ritardo l’umanità è stata informata della notizia dell’impatto di una meteora con il pianeta Terra, avvenuto alle ore 23:50 del 18 dicembre 2018. Il bolide è caduto sullo Stretto di Bering posto tra Russia e Alaska rilasciando una energia tale da essere assimilabile agli effetti dell’esplosione di mille chili di tritolo, secondo quanto si legge sul sito Focus.it. Una quantità di energia tale da far impallidire anche quella rilasciata dalla bomba atomica sganciata ad Hiroshima durante la seconda guerra mondiale.

    Ad individuare le tracce dell’impatto è stato Peter Brown, ricercatore dell’Università dell’Ontario, in Canada, grazie ai dati e alle misurazioni effettuate da diverse stazioni di monitoraggio collocate in varie parti del globo terrestre. La massa complessiva della meteora che si è schiantata è di 1.400 tonnellate e nell’impatto con il suolo avrebbe disperso 173 chilotoni di energia.

    La seconda grande esplosione mai avvenuta sulla Terra

    Si tratta della seconda grande esplosione per la quantità di energia sprigionata, dietro solo a quella avvenuta in Russia nel 2013 sopra i cieli di Chelyabinsk che disperse 400 chilotoni di energia.
    La notizia è stata diffusa solo dopo un’attenta elaborazione delle immagini riprese dal satellite geostazionario giapponese Himawari-8.

  • Dalla foto satellitare è apprezzabile la scia di fumo

    Le foto inviate dal satellite hanno ripreso la traiettoria verticale con cui, la meteora, ha impattato al suolo rilasciando poi una visibile scia di fumo. Una dimostrazione chiara del fatto che la Terra può essere sempre un bersaglio potenziale per le meteore e altri corpi celesti e la speranza è che gli impatti possano sempre avvenire in luoghi lontani dai centri abitati. La scia visibile dalle immagini riprodotte dal satellite è ben più in alta delle nuvole, per questo motivo si è attribuita la paternità alla caduta di una meteora di enormi proporzioni.

Iscriviti alla nostra newsletter

Carmine Orlando

Redattore web, classe 1971. Rapito dalla dialettica, avvinto da saggi e manuali di psicologia, affascinato dalla scrittura, di quest’ultima mia passione ne ho fatto una professione, Esperto di sport, dal calcio in primis, pronostici compresi, ai motori tra Sbk, F1 e MotoGP, passando per il tennis, il basket e il volley, fino al ciclismo, lo sci alpino e il nuoto.. Sono appassionato di astrologia e di oroscopi ma anche di scienza e tecnologia, non che di statistiche per le lotterie, tutti argomenti di cui scrivo. Alzo sempre l’asticella dei miei obiettivi, conscio che si può sempre imparare e migliorare. La resa non è contemplata nel mio modus vivendi.

Seguici su:
Facebook
Google Plus
Twitter