Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Venerdì 19 Marzo
Scarica la nostra app

Quali sono i rischi per la salute nello spazio? Gli scienziati hanno appena svelato il più grande studio mai realizzato

Quali sono i rischi per la salute nello spazio? Gli scienziati hanno appena svelato il più grande studio mai realizzato. I dettagli

Quali sono i rischi per la salute nello spazio? Gli scienziati hanno appena svelato il più grande studio mai realizzato
Quali sono i rischi per la salute nello spazio Gli scienziati hanno appena svelato il più grande studio mai realizzato (Foto Pixabay)
1 di 3
  • Quali sono i rischi per la salute nello spazio? Gli scienziati hanno appena svelato il più grande studio mai realizzato

    Lo spazio è un luogo ostile. Potremmo aver sviluppato la tecnologia per lanciare gli astronauti in orbita e riportarli a casa sani e salvi, ma gli scienziati stanno ancora cercando di capire in che modo i viaggi nello spazio influiscono sulla salute umana, soprattutto nel lungo periodo. È essenziale prima che qualsiasi missione pianificata su Marte vada avanti, per garantire la salute e la sicurezza degli astronauti a bordo di quei voli. Sappiamo già dagli studi sugli astronauti – forse il più famoso, il Twins Study della NASA co-interpretato dai gemelli identici Scott e Mark Kelly – che lo spazio influisce sul flusso sanguigno al cervello, altera il microbioma intestinale, aumenta l’infiammazione e causa visione offuscata, ossa fragili, e atrofia muscolare, come riporta sciencealert.com. Leggi anche: Gli astronomi hanno previsto le macchie solari utilizzando le onde sonore, ecco cosa hanno scoperto

    Gli studi sulla salute nello spazio

    Gli studi sui topi che simulano il volo spaziale hanno anche suggerito che dirigersi nello spazio invecchia il sistema immunitario e danneggia il cervello. Ora, in un enorme sforzo collettivo, gli scienziati hanno pubblicato una gigantesca raccolta di quasi 30 articoli che studiano i rischi per la salute associati ai viaggi nello spazio. La raccolta rappresenta il più grande set di dati di biologia spaziale mai prodotto e presenta alcune pesanti analisi di osservazioni di mosche spaziali, vermi, topi e, naturalmente, astronauti. Alcuni risultati riaffermano ciò che sapevamo sui problemi di salute legati allo spazio, mentre altri studi forniscono nuove intuizioni, chiariscono risultati precedenti o hanno trovato modi per migliorare esperimenti futuri. Leggi anche: Wow!, il potente segnale captato dallo spazio e mai identificato: c’è finalmente una spiegazione?

    I rischi per la salute

    I pericoli per la salute dei viaggi spaziali iniziano con le forze G avvertite dagli astronauti al decollo e continuano con l’esposizione a radiazioni spaziali pericolose e microgravità nello spazio. Durante il pericoloso viaggio verso Marte, ad esempio, gli astronauti andranno ben oltre la magnetosfera protettiva della Terra e saranno esposti alle radiazioni cosmiche durante il significativo periodo di tempo che impiegheranno per avventurarsi verso il nostro vicino planetario più vicino e tornare. Per gli astronauti che si librano a bassa gravità a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), la permanenza più lunga di qualsiasi astronauta è attualmente di 437 giorni. Chiaramente, abbiamo ancora molta strada da fare per apprezzare veramente quali potrebbero essere i rischi per la salute dei voli spaziali a lunga distanza, e gli scienziati devono solo lavorare con i dati che abbiamo. Leggi anche La Cina ha lanciato una nuova missione per ottenere i primi nuovi campioni lunari

    CONTINUA A LEGGERE

  • Analizzati i dati di studi precedenti

    Molti degli studi pubblicati in questa raccolta hanno raccolto o rianalizzato i dati di precedenti esperimenti resi disponibili ai ricercatori attraverso portali di dati ad accesso aperto come la piattaforma GeneLab della NASA. Combinare dati come questo è un modo per rafforzare le analisi risultanti (spesso i ricercatori cercano di vedere se ciò che è stato trovato in un set di dati è vero in un altro) e massimizzare i dati raccolti da costosi voli spaziali.

  • Cambiamenti sistemici

    Uno studio, ad esempio, ha analizzato i dati di quasi 60 astronauti e centinaia di campioni GeneLab per cercare un meccanismo universale che colleghi i cambiamenti di salute diffusi che sono stati osservati in diversi geni, cellule, tessuti, sistemi corporei, organi e muscoli. Su tutta la linea, lo studio ha mostrato “cambiamenti sistemici” nella funzione dei mitocondri, che sono i pacchetti di energia all’interno delle nostre cellule, che convertono ossigeno e sostanze nutritive in energia.”Quello che abbiamo scoperto più e più volte è che sta succedendo qualcosa con la regolazione dei mitocondri che mette fuori gioco tutto”, ha detto Afshin Beheshti, un bioinformatico presso l’Ames Research Center della NASA. Questo potrebbe spiegare le interruzioni osservate nel sistema immunitario degli astronauti e nei ritmi circadiani, scrivono gli autori.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Biagio Romano

Classe '93, napoletano di nascita, interista di fede. Scrivo sul web da quando avevo 16 anni: prima per hobby, poi per lavoro. Curioso di natura, amo le sfide (soprattutto vincerle). Mi affascinano il mondo dell'informazione e quello della comunicazione.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia