Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 28 Settembre
Scarica la nostra app

Tracce di molecole necessarie alla vita su un disco protoplanetario: l’ultima scoperta

Un enorme serbatoio di molecole necessarie alla vita è stato individuato su un disco protoplanetario: potrebbe fornirci informazioni molto utili, ecco perché

Tracce di molecole necessarie alla vita su un disco protoplanetario: l’ultima scoperta
Tracce di molecole necessarie alla vita su un disco protoplanetario: l'ultima scoperta - Foto Pixabay
1 di 2
  • La ricerca della vita extraterrestre è sempre più ambiziosa grazie alle nuove tecnologie

    Grazie a tecnologie sempre più avanzate la ricerca di vita extraterrestre ha la possibilità, in questo periodo storico, di esplorare nuovi orizzonti sconosciuti fino a pochi anni fa. E le scoperte, infatti, sono spesso sensazionali. Siamo soli nell’universo? Forse sì, forse no. Forse in passato non lo eravamo, forse in futuro non lo saremo. Una risposta certa a questa domanda, al momento, non c’è: i mezzi a nostra disposizione, però, ci permettono di cercare spazi in cui esistono le condizioni necessarie per la presenza della vita. Leggi anche Un rilevatore di materia oscura potrebbe aver individuato tracce di una forza misteriosa

    Enorme serbatoio di molecole necessarie alla vita su un disco protoplanetario

    ALMA, il telescopio Atacama Large Millimetre/submillimetre Array, ci ha permesso di individuare delle molecole necessarie per la creazione di DNA e RNA: molecole del genere, in realtà, sono già state trovate nello spazio. Una recente ricerca, come riporta Esquire.com, ha permesso di osservare un enorme serbatoio su un disco protoplanetario, dove i pianeti stanno per nascere. “ALMA ci ha permesso di cercare queste molecole nelle regioni più interne di questi dischi, su scale di dimensioni simili al nostro Sistema Solare, per la prima volta”, è quanto dichiarato dal dott. John Ilee, autore principale dello studio. Leggi anche Ecco perchè la Luna ha meno crateri di quanto dovrebbe

    Molecole più abbondanti rispetto ai modelli

    Secondo le analisi, le molecole si trovano principalmente in queste regioni interne con abbondanze tra 10 e 100 volte superiori a quanto previsto dai modelli. “Se stiamo trovando molecole come queste in abbondanza così grande, la nostra attuale comprensione della chimica interstellare suggerisce che dovrebbero essere osservabili anche molecole ancora più complesse”, è il commento del dott. Ilee. Leggi anche Un oggetto di enormi dimensioni si è appena schiantato contro Giove

  • Quali possibili risvolti?

    Un disco protoplanetario è una struttura di gas e polveri attorno a una stella o a una protostella: sono proprio questi dischi che danno vita a nuovi pianeti. La presenza di molecole alla base della creazione della vita potrebbe darci informazioni importanti sulla nascita della vita anche sul nostro pianeta. “Speriamo si usare ALMA per cercare i prossimi trampolini di lancio della complessità chimica in questi dischi. Se li rileviamo, saremo ancora più vicini a capire come gli ingredienti grecci della vita possono essere assemblati attorno ad altre stelle”.

1 di 2

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Biagio Romano

Classe '93, napoletano di nascita, interista di fede. Scrivo sul web da quando avevo 16 anni: prima per hobby, poi per lavoro. Curioso di natura, amo le sfide (soprattutto vincerle). Mi affascinano il mondo dell'informazione e quello della comunicazione.

SEGUICI SU:

Ultima Ora

Ultima Ora Terremoto

Oroscopo e Astrologia