Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Martedì 17 Settembre
Scarica la nostra app
Segnala

Il ciclone sta distruggendo abitazioni e strade. Ci sono vittime, feriti e persone in fuga. Foto/Video live

Ciclone devastante in Mozambico. Ci sono feriti e vittime. La situazione resta critica nel Paese

Aumentano le vittime. Si scava ancora nel fango, situazione critica
1 di 3
  • Alluvioni, venti forti e distruzione

    Ancora una volta a distanza di poco tempo l’Africa sud-orientale sta vivendo un vero e proprio dramma, con il ciclone Kenneth che sta devastando tutto. Il ciclone ha ormai lasciato il Paese ma restano ancora piogge e venti intensi e soprattutto una scia di distruzione dietro di esso.

    Aumentano le vittime

    Le piogge torrenziali hanno determinato frane, smottamenti e hanno sommerso interi villaggi, distruggendo strade e abitazioni. Uno scenario davvero impressionante che ancora una volta ha colpito il Mozambico. Le vittime sono aumentate e non è escluso che il numero possa ancora crescere. Proprio in queste ultime ore si è aggravato il bilancio e le piogge che ancora insistono nel Paese, insieme alle numerose frane che continuano a registrarsi, potrebbero ulteriormente peggiorare la situazione. Al momento sono 41 le vittime accertate nello stato africano e sette nell’arcipelago delle Comore.

    Isola di Ibo isolata per lungo tempo

    Gli abitanti dell’isola di Ibo, al largo del Mozambico settentrionale sono rimasti isolati per diversi giorni e soltanto ieri hanno ricevuto i primi aiuti alimentari, a ben sei giorni dal passaggio del ciclone più potente nella storia del paese. I soccorritori non sono riusciti ad intervenire subito perché il mare era in tempesta, mentre gli aeroporti sono tuttora chiusi. Disagi restano ancora adesso nel Paese e si continua a scavare nel fango, una situazione di piena emergenza (Fonte:lifegate.it).

  • Strade e abitazioni distrutte

    Il passaggio del ciclone ha portato con se oltre alle piogge torrenziali, anche venti da urgano, con raffiche superiori ai 260 km/h. Questi hanno determinato la distruzione di numerose abitazioni, baracche, villaggi e insediamenti della zona. Sotto alcune immagini impressionanti che mostrano la distruzione del Mozambico.

    Fonte foto: ilpost.it

    Il passaggio del ciclone ha inoltre lasciato dietro di se una scia di morte e distruzione, con fango sin lungo le zone costiere. Uno spettacolo davvero triste a poco più di un mese dal precedente ciclone che aveva sconvolto sempre queste zone dell’Africa sud-orientale.

    Strade che non esistono più e fango ovunque. Fonte:ilpost.it

  • Ciclone Kenneth nella sua potenza. Video

    Il ciclone Kenneth è stato il più intenso che abbia mai interessato lo stato africano ed ha lasciato dietro di se danni e vittime. Moltissime le persone sfollate e ancora senza dimora. Di seguito il video (di Alerta Roja -Rodrigo Contreras Lopez) che mostra la potenza delle acque e fiumi in piena che travolgono tutto ciò che incontrano lungo il loro percorso.

1 di 3

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

ISCRIVITI ORA!

Alessandro Allegrucci

Laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali e Laurea magistrale in Scienze Agrarie e del Territorio. Conoscenze e studi di Geofisica e Terremoti. Nel percorso di studi ho sempre mostrato interesse anche a temi di salute. La mia più grande passione però resta da sempre la meteorologia, approfondita poi attraverso la tesi di laurea sperimentale sulle variabili pedoclimatiche in Italia e un master di "Meteorologia Nautica". Amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi e in generale sono curioso di conoscere e imparare. I fenomeni naturali, la loro bellezza e potenza sono tra le cose che più mi affascinano al mondo.